Ogni primo venerdì di febbraio

Un (altro) piccolo orgoglio friulano, oggi è la Giornata dei calzini spaiati

La giornata diventata una ricorrenza in tutta Italia per celebrare la diversità e l'inclusione, nasce 13 anni fa in una scuola elementare di Villa Vicentina. E su Facebook sbarca tre anni dopo

E tredici. Tanti sono gli anni, infatti, dalla prima volta in cui, proprio in una classe elementare friulana, si decise che la diversità è una ricchezza. Come raccontarlo? Indossando dei calzini spaiati.

Oggi, 3 febbraio, primo venerdì del mese, si celebra in tutta Italia infatti la Giornata dei calzini spaiati, un simpatico modo per richiamare l'attenzione all'inclusione e a sensibilizzare nei confronti delle diversità, verso i più piccoli, ma anche verso e tra gli adulti. Soprattutto gli adulti diremo noi.

Su Facebook la giornata è arrivata alla decima edizione, ma, come scrivono gli stessi proprietari della pagina, la prima vera volta che qualcuno pensò a questo divertente gioco avvenne tredici anni or sono. Dove?  In una classe di Terzo di Aquileia.

Un piccolo orgoglio friulano

La ricorrenza, ormai celebrata in tutta Italia, è nata proprio in Friuli e in tredici anni è diventata un vero e proprio must per ricordare a tutte e tutti l'importanza delle differenze e delle diversità. Un simpatico simbolo di accettazione, rispetto, creatività e condivisione che parte da una maestra di Villa Vicentina, Sabrina Flapp, e portata avanti da cinque amiche.

Da quella prima uscita, all'epoca in una scuola primaria di Terzo di Aquileia con bambine e bambini invitati ad indossare “calzini diversi”, sono ora migliaia e migliaia le foto che le persone in Italia scattano ai propri piedi postandole poi sui social rigorosamente con l'hashtag #calzinispaiati2023.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un (altro) piccolo orgoglio friulano, oggi è la Giornata dei calzini spaiati
UdineToday è in caricamento