rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Scuola

Podio tutto udinese per il concorso scolastico regionale sul futuro dell'Europa

Ad ottenere il primo posto il progetto presentato dall'educandato Uccellis. Secondo qualificato il liceo scientifico Marinelli, al terzo posto il liceo classico Stellini

Primi tre posti per tre scuole udinesi nel concorso dal titolo "L'Europa che vorrei: a 80 anni dal Manifesto di Ventotene", indetto da Aiccre in collaborazione con il Consiglio regionale. I dodici partecipanti provenivano da tutto il Friuli Venezia Giulia. I progetti hanno fornito preziose indicazioni su come i giovani di oggi sognino l'Europa di domani. L'educandato Collegio Uccellis ha vinto con il progetto "A scuola d'Europa". Al secondo posto il liceo scientifico Marinelli con il progetto "Stati Uniti d'Europa: una utopia?". Terzo piazzamento per il liceo classico Jacopo Stellini con "Occhi speranzosi che lottano per un futuro".

Nel dettaglio

Tutti i progetti presentati hanno ricevuto un premio d'onore anche se di minore entità perché la giuria ha valutato tutte le proposte degne di nota, capaci di cogliere le finalità poste dal bando. Progetti definiti dalla presidenza del Consiglio regionale vere e proprie "scintille", stimoli che testimoniano come i ragazzi siano molto interessati al sogno europeo proponendo nei loro lavori, in maniera trasversale, forme di collaborazione tra comunità e popoli che possano trasformare l'Europa in un interlocutore credibile e forte a livello mondiale.

L'elaborato vincente, come spiegato da Chiara Aurora Marcherini della 4B del Collegio Uccellis, è partito proprio dallo studio del Manifesto di Ventotene, analizzandone l'attualità nonostante la sua stesura sia avvenuta 80 anni fa, concentrandosi su 4 punti principali inerenti l'importanza degli studi europei, ancora troppo assenti nei programmi scolastici italiani; della sicurezza e della politica europea; dell'educazione civica ed infine del ruolo sociale delle donne.

Secondo classificato il progetto presentato dal Marinelli dal quale - come esposto da Matteo Caramaschi della 5L - emerge il desiderio di un'Europa con Stati autonomi, ma dotati di organo centrale che possa legiferare con forza su aspetti importanti come, per esempio, quello della Difesa.

Terzo classificato, infine, lo Stellini di Udine con la proposta, come spiegato da Anna Tosolini della 3B, di realizzare un giornale all'interno del quale sviluppare articoli ispirandosi al Manifesto di Ventotene ma anche all'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Podio tutto udinese per il concorso scolastico regionale sul futuro dell'Europa

UdineToday è in caricamento