rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
ristorazione scolastica

Torna il "Contratto della merenda", anche per i bambini con diete speciali

Dal 14 febbraio fino a fine anno scolastico, il Comune di Udine proporrà alimenti sani ai bambini delle scuole aderenti, per tre giorni alla settimana. Anche per i soggetti con esigenze particolari

Una merenda a base di cibi e alimenti sani per promuovere la corretta alimentazione. Anche quest’anno il Comune di Udine offre alle scuole cittadine un progetto dedicato all’educazione alimentare. Sono oltre 2 mila gli alunni delle scuole cittadine che parteciperanno alla nuova edizione del "Contratto della merenda", il patto per la sana alimentazione partito nel 2003. E da quest'anno sono previste le forniture adeguate anche per i bambini che necessitano di diete speciali.

Cosa prevede

Per tre giorni alla settimana viene offerta una merenda a base pane speciale o di yogurt. A ciò si aggiunge l’impegno da parte dei genitori che i bambini, negli altri giorni scolastici, portino come merenda, della frutta, della verdura o entrambe.  “Mi sono impegnata personalmente per dare avvio a questa iniziativa - spiega Elisabetta Marioni, assessora comunale all'Istruzione - . Soprattutto  per fare in modo che anche i bambini con esigenze di diete speciali potessero partecipare. Su 2023 bambini che partecipano al progetto ci saranno 191 a cui forniremo la merenda adeguata. Agli altri verrà proposto, per due giorni alla settimana, del pane speciale ad esempio pane con la zucca o con l'uvetta. Un terzo giorno verrà fornito yogurt. È molto importante che i bambini si abituino a mangiare cibi sani per fare in modo che le nuove generazioni adottino in futuro stili di vita salutari. Inoltre, in alcuni casi fornire la merenda rappresenta anche un aiuto per le famiglie con qualche difficoltà economica". E l'assessora ha aggiunto: "Quest'anno ha aderito anche la scuola secondaria di primo grado Valussi. Di recente abbiamo inaugurato una nuova mensa e la proposta di ristorazione scolastica è potuta passare da un pasto di tipo C, preconfezionato, al tipo B, in cui viene preparato nel centro cottura e porzionato a scuola. Siamo anche orgogliosi di comunicare che le tariffe del pranzo resteranno invaiate fino a giugno nonostante il cambio di tipologia. Un altro modo per aiutare le famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il "Contratto della merenda", anche per i bambini con diete speciali

UdineToday è in caricamento