rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
scuola

Lignano: nessun aumento per mensa e trasporto scolastici

Dopo un autunno travagliato soprattutto per quel che riguarda il servizio di trasporto scolastico, si è trovata un'altra ditta e i costi sono rimasti invariati anche per la mensa

Nessun aumento per il servizio di mensa e di trasporto scolastico a Lignano Sabbiadoro per l’anno scolastico 2022-2023: lo ha deciso la giunta comunale con una delibera siglata a metà dicembre. «Questa amministrazione e quelle che l’hanno preceduta hanno sempre avuto grande attenzione nei confronti del mondo della scuola e delle sue esigenze, consapevoli del fatto che l’attività turistica di Lignano coinvolge in maniera importante gli adulti, per cui anche il Comune deve fare la sua parte per offrire servizi adeguati per i più piccoli», sottolinea Ada Iuri, assessore alla cultura e all’istruzione.

La delibera

Nel concreto, per il settimo anno consecutivo il costo del pasto nella scuola dell’infanzia rimane bloccato a 4,20 euro, quello della scuola primaria a 4,60. Confermati gli “sconti” in caso di fratelli frequentanti contemporaneamente e le riduzioni per ISEE, ottenibili dai residenti aventi diritto tramite regolare presentazione della domanda. Nel 2021 sono stati erogati circa 38500 pasti, un numero condizionato dalla frequenza a volte irregolare delle classi, a causa della pandemia. Sul fronte del trasporto scolastico, gestito anch’esso sempre dal Comune tramite azienda privata, le tariffe rimarranno invariate rispetto agli anni scorsi e per tutti gli istituti, dalla scuola per l’infanzia alla primaria e secondaria di primo livello. La retta annuale sarà di 80 euro per la fruizione del servizio da settembre 2022 a giugno 2023 con un costo giornaliero di circa 0,40 euro; tariffa ridotta del 50% per chi dovesse avvalersi del servizio nel periodo che va da gennaio a giugno 2023. Si prevede che il trasporto riguarderà circa 250 alunni, con servizio di accompagnamento, sono confermate anche in questo caso le esenzioni ISEE per gli aventi diritto.

Trasporto scolastico regionale alla deriva

Inadempimenti

Lo scorso autunno, gli inadempimenti contrattuali della ditta appaltatrice di allora per il trasporto degli studenti (l’azienda Tundo con la quale il Comune ha rescisso il contratto per gravi inadempienze, sostituendola con un nuovo soggetto privato, ndr) hanno causato non pochi problemi, superati con tempestività dall’amministrazione e anche grazie alla collaborazione di tutte le famiglie, alle quali il sindaco Luca Fanotto ha rinnovato la propria gratitudine per il senso di responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lignano: nessun aumento per mensa e trasporto scolastici

UdineToday è in caricamento