I giovani comunicano l'Europa, tra le migliori premiate tre scuole udinesi

Sono stati selezionati gruppi di lavoro formati da studenti dei licei "Stellini" e "Copernico" e dell'istituto "Stringher"

Il gruppo dello "Stellini"

Il gruppo New6 del liceo classico "Stellini" di Udine con il gioco da tavolo nella categoria “parole”, il gruppo Peace7 del liceo scientifico "Galilei" di Trieste e il gruppo IGE dei licei Stellini-Copernico di Udine nella categoria “video promo”, il gruppo Europolo del liceo "Duca degli Abruzzi" di Gorizia e l’Isis "Stringher" di Udine rispettivamente con il progetto Professor Exchange” e “ICE-Fumetto satirico” nella categoria “Progetto”. E poi Premio speciale della giuria di qualità per la poesia del gruppo W&U del liceo "Galilei" di Trieste e un altro riconoscimento speciale al gruppo Point of Europe del Liceo Galilei di Trieste per il video promo del Por Fesr cantato.

La scelta

Sono questi i progetti realizzati dagli studenti delle scuole superiori di II grado del Friuli Venezia Giulia, che sono stati premiati nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro EU-Move, "L'Europa si muove nella tua direzione. Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento", in capo al POR FESR 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia (Programma Operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020 “Investimenti a favore della crescita e
dell’occupazione”), che ha coinvolto finora circa 100 giovani delle classi terze, quarte e quinte superiori degli istituti scolastici di Udine (Liceo Jacopo Stellini, Liceo Niccolò Copernico, Istutito tecnico Bonaldo Stringher, Istituto Tecnico Gian Giacomo Marinoni), Trieste (Liceo Galileo Galilei), Gorizia (ISIS Dante Alighieri - Polo Liceale, ISIS Gabriele D’Annunzio). 
Oggi si è svolto nell’auditorium della Regione a Udine l’evento conclusivo, con le premiazioni, al termine del primo anno scolastico del progetto EU MOVE. I migliori lavori sono stati premiati con dei buoni cultura: 3 dei premi sono stati assegnati da una commissione tecnica ai migliori classificati in tre categorie di lavori e due premi sono stati assegnati alle migliori presentazioni del 14 maggio in Auditorium.

I partecipanti

Oltre un centinaio i giovani che hanno assistito all’evento, che si è aperto con un tavolo di illustri relatori, composto da Graziano Lorenzon (esperto), Lino Vasinis (Autorità di gestione del Por Fesr 2014-2020 Fvg), Fabio Spitaleri (docente universitario della facoltà di Scienze Politiche di Trieste), Maurizio Corradetti (Commissione Europa), Francesca Colle, Stefania De Colle, Ivano Trevisanutto (funzionari Regione Fvg), Ivan Curzolo (progettista ed esperto in politiche comunitarie), e moderato dall'esperto di fondi europei Paolo Tomasin, sociologo ed esperto in fondi comunitari, il quale ha rivolto ai convenuti alcune domande su che cosa sia per loro l'Europa e che valori rappresenti l'Unione Europea. 

Il gruppo misto Stellini-Copernico

Gruppo di ragazzi premiati Stellini Copernico-2

Lorenzon

A seguire, la presentazione di tutti i progetti dei gruppi di lavoro, a cura dell'esperto e consulente del Por Fesr Graziano Lorenzon, che ha introdotto alla fase finale con le votazioni da parte della giuria e le festose premiazioni delle idee valutate migliori.  Maurizio Corradetti, rappresentante della Commissione Europea, ha commentato il progetto e EU-Move e i suoi primi esiti in Friuli Venezia Giulia. “L’Europa crede molto nei giovani e è per questo che finanzia progetti come questo – ha detto Corradetti – quello che l’Europa vorrebbe fare tramite la diffusione di queste conoscenze è dare una cassetta per gli attrezzi alle nuove generazioni e poi ogni ragazzo e ragazza può prendere quello che gli può servire per crearsi il suo futuro da cittadino europeo”. 

Vasinis

Lino Vasinis, Autorità di gestione del Por Fesr del FVG 2014-2020, ha espresso il suo apprezzamento per il lavoro creativo degli studenti. “Siamo molto soddisfatti dei risultati di questo progetto – ha commentato – perché sono davvero interessanti e validi. Adesso nella seconda fase e quindi nel secondo anno del progetto – ha aggiunto -, dopo aver acquisito le basi teoriche di conoscenza sull’Europa, i giovani potranno confrontarsi con la realtà operativa e produttiva della regione e con il mondo del lavoro”. E, infatti, durante il secondo anno scolastico i ragazzi saranno inseriti in aziende o Pubbliche Amministrazioni finanziati dal POR FESR e svolgeranno un lavoro di “monitoraggio civico” che ha per oggetto lo studio di un progetto e la sua divulgazione in chiave comunicativa e che sarà il cuore di questo progetto di comunicazione. In questa seconda parte gli alunni, divisi in gruppi saranno supportati, per le competenze tecniche, da un società di comunicazione
 

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Piante grasse: perché tenerle in casa?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Un flop dietro l'altro, gli eventi per l'Europeo Under 21 sono costati 90mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento