Tamponi di massa, via alle analisi: Socchieve è il primo comune

Il sindaco Zanier: "Ho sentore che la partecipazione sarà massiccia da parte dei miei concittadini"

"Siamo pronti, il personale medico e paramedico lo è ancora di più, tra un po' cominceremo questo screening che per oggi prevede l'effettuazione di un massimo di 50 tamponi, che verranno eseguiti all'aperto, nella sede municipale di Mediis, una delle otto frazioni che compongono il nostro comune, all'interno di due gazebo allestiti presso la sede municipale, in modalità drive in, con la possibilità di farlo anche a piedi". Lo ha detto all'Ansa il sindaco di Socchieve, Coriglio Zanier, comune con poco meno di 900 abitanti, il primo dei sei centri i cui residenti verranno sottoposti, su base volontaria, a test di massa. "Oggi è un test – ha sottolineato il primo cittadino – per verificare come procede, per poi continuare nei prossimi due giorni. Abbiamo provveduto a distribuire porta a porta a tutti gli abitanti delle frazioni tutte le informazioni necessarie per comprendere di cosa si tratta e come avverrà l'effettuazione dei tamponi che, voglio sottolineare, è assolutamente su base volontaria". Sul numero dei partecipanti Zanier non si sbilancia: "non so, anche se ho sentore che la partecipazione sarà massiccia da parte dei miei concittadini". Sabato e domenica toccherà ai residenti di Sutrio, lunedi e martedì a quelli di Paularo.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento