Campagna di vaccinazione antinfluenzale: in Friuli al via 24 ottobre

Con un milione e mezzo di euro la Regione Friuli Venezia Giulia ha acquistato 250mila dosi di vaccino, 50mila in più rispetto alla passata stagione

Con un impegno di spesa di un milione e mezzo di euro la Regione Friuli Venezia Giulia ha acquistato 250mila dosi di vaccino antinfluenzale, 50mila in più rispetto alla passata stagione, per dare avvio alla campagna di vaccinazioni 2019-20 che si aprirà giovedì 24 ottobre. Lo ha annunciato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, ricordando come l'impegno a sostenere un'oculata politica di prevenzione sia il migliore antidoto per affrontare anche i malanni di stagione che, però, in determinate categorie fragili della popolazione possono nascondere rischi molto più insidiosi. 

L'appello

"Non ci sono ancora evidenze precise sul comportamento dei virus influenzali che colpiranno la nostra popolazione nei prossimi mesi - ha spiegato Riccardi - ma la Regione, proseguendo nella sua azione di rafforzamento delle politiche preventive, si è già attivata per rispondere alle future evenienze".  "L'appello a vaccinarsi - afferma il vicegovernatore - è rivolto a tutta la popolazione, soprattutto a chi è maggiormente a rischio come gli anziani, i cardiopatici, i diabetici, gli ipertesi e chi soffre di broncopneumopatie che possono subire complicanze dovute all'eventuale stato influenzale". 

Per Riccardi "c'è un'altra categoria rispetto alla quale occorre continuare un'opera di particolare spinta alla vaccinazione ed è quella degli operatori sanitari, ovvero coloro i quali per primi dovrebbero dare l'esempio mettendo in sicurezza la loro salute, quella dei colleghi, e quella dei pazienti con i quali hanno quotidiane relazioni". "Nella passata stagione - ha sottolineato il vicegovernatore - abbiamo già avuto riscontro di un notevole balzo in avanti nelle vaccinazioni fra gli operatori. Se nel 2017-18 la media regionale era all'11,1% nel 2018-19 c'è stato un incremento di otto punti e siamo arrivati al 19,3% di operatori sanitari vaccinati". 

Da tenere presente che a livello nazionale la percentuale di vaccinati contro l'influenza nell'ultima stagione è stata del 15,8%. "Sono risultati molto importanti - conferma Riccardi - sui quali occorre continuare a spingere per allargare ancora di più la platea di chi aderisce alle campagne di prevenzione". 

A gusto proposito, a partire dal 24 ottobre prossimo, in anticipo di una settimana rispetto al 2018, la Regione invierà tramite le Aziende sanitarie a tutti gli ultrasessantacinquenni una lettera per ricordare che la vaccinazione per loro è gratuita e che, fino a dicembre, ovvero prima del picco dell'influenza che solitamente si presenta tra gennaio e febbraio, potranno rivolgersi al proprio medico di medicina generale per sottoporsi alla profilassi antinfluenzale. Nella lettera si invita ad estendere la vaccinazione anche contro lo pneumococco, batterio spesso responsabile di polmonite, meningite, setticemia, in persone che hanno superato i 65 anni o con malattie croniche. 

Nella stagione 2018-19 il Friuli Venezia Giulia ha avuto un buon riscontro per quanto riguarda le vaccinazioni degli ultrasessantacinquenni, con una percentuale del 55,7% di vaccinati superiore di oltre 3 punti rispetto alla media nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I locali udinesi da "birra e panino": ecco la nostra selezione

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • Muore a soli 43 anni un ispettore capo della Polizia locale

Torna su
UdineToday è in caricamento