Operativa la Tac acquistata dell'ospedale di Udine grazie alle donazioni di Confindustria

L'attrezzatura sarà usata per l'emergenza Covid per la conferma della patologia, in seguito permetterà di potenziare l'attività clinica e di ricerca

La nuova Tac

E' operativa da lunedì scorso, 20 aprile, la nuova Tac di ultima generazione acquistata dall'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine grazie alle donazioni di Confindustria e di altri soggetti legati al mondo produttivo del tessuto friulano.

La donazione

La Tomografia Assiale Computerizzata sarà utilizzata durante l'emergenza Covid per poter confermare la patologia e, una volta superata la criticità pandemica, la nuova Tac contribuirà a potenziare l'attività clinica e di ricerca del Dipartimento di Diagnostica, contribuendo anche a incrementare la funzionalità dell'ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamenti

Nella giornata di ieri, 22 aprile, il direttore generale dell'azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Massimo Braganti, ha incontrato la presidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli. Per l'occasione, è stata visitata la sede dove è stata collocata l'attrezzatura (sotto il Pronto Soccorso). Braganti ha voluto quindi ringraziare per la donazione: "Esprimo massima soddisfazione per i tempi record con i quali è stata acquisita la tecnologia, anche con il supporto di Arcs. Infatti, dal giorno 24 marzo, data nella quale è stato evidenziato il fabbisogno nell’Unità di Crisi dell’Ospedale, a fronte della successiva disponibilità da parte di Confindustria a coprire oltre metà dei costi (espressa in data 26 marzo), siamo riusciti a ottenere l’apparecchiatura il giorno 10 aprile. Grazie al lavoro dei tecnici, nei giorni post-Pasqua è stato possibile montarla, collaudarla e renderla operativa dal 20 aprile. In condizioni normali la procedura avrebbe richiesto diversi mesi. Ringrazio ancora Confindustria, la Danieli e tutti gli altri donatori per il sostegno", conclude Braganti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento