Liguori: «Serve ossigeno ai malati cronici»

«Centinaia i malati cronici domiciliari in ossigenoterapia. La Regione tenga monitorate le forniture di ossigeno affinché gli approvigionamenti continuino ad essere garantiti»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Nelle zone del nord Italia, al momento maggiormente colpite dalla diffusione del Covid-19, si sta verificando una grave carenza di ossigeno per le terapie domiciliari dovuta ad una richiesta del medicinale superiore alla possibilità di fornitura. Recentemente Federfarma ha sottolineato questo problema al ministro della Salute Roberto Speranza. Una situazione che non ha lasciato indifferente la Consigliera regionale dei Cittadini Simona Liguori, la quale interviene con un’accorata richiesta alla Regione affinché si tenga sotto controllo la fornitura di tali presidi, onde evitare carenze nel periodo di massima richiesta che potrebbe derivare nel prossimo futuro: «In Friuli Venezia Giulia sono centinaia i malati cronici - ha detto Liguori - che vivono grazie all’ossigenoterapia domiciliare, attraverso apparecchiature che vanno rifornite periodicamente di ossigeno. In altre parti d’Italia sono state segnalate carenze di approvvigionamento dovute alle straordinarie esigenze causate dall’emergenza Covid-19. E' più che mai opportuno quindi che la Regione Friuli Venezia Giulia tenga monitorata la situazione onde poter assicurare a tutti i pazienti la necessaria fornitura domiciliari». 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento