rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Salute / Via Colugna / Ospedale Santa Maria della misericordia, 15

Udine sul tetto d'Europa per i trattamenti del tumore al seno

All'Ospedale Santa Maria della Misericordia un nuovo impianto all'avanguardia per la radioterapia. Sono solo tre i centri nel mondo, gli altri due negli Usa

All'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine è stato installato un nuovissimo impianto per la radioterapia del tumore alla mammella. Ed è il primo in Europa. Sviluppato negli Usa, dove si trovano altri due centri operativi, GammaPod è uno strumento all'avanguardia che porterà enormi benefici a tutte le pazienti..

Come funziona

La strumentazione permette di erogare una dose di radioterapia in modo estremamente conformato al bersaglio e di ridurre drasticamente la dose ai tessuti sani. Oltre a migliorare i risultati clinici l'impianto riduce quindi al minimo gli effetti collaterali e migliora il risultato cosmetico delle pazienti operate con chirurgia conservativa. "GammaPod - ha sottolineato Marco Trovò, direttore della Struttura
complessa di Radioterapia Oncologica - verrà utilizzato erogando tutta la dose di radioterapia necessaria in una singola somministrazione, anziché nelle tradizionali 15-30 sedute: questo avrà impatto sulle numerose pazienti che spesso sono donne in età lavorativa, impegnate nella gestione della vita domestica o che risiedono lontane dal centro di radioterapia".
 

Le dichiarazioni

Le parole del vice governatore e assessore alla salute Riccardo Riccardi: "L'ospedale di Udine è da oggi il terzo centro al mondo e il primo in Europa ad avere a disposizione una tecnologia innovativa per il trattamento radiante del tumore della mammella: è il risultato di un ingente investimento pubblico e delle altissime competenze professionali che rendono l'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, nata esattamente 20 giorni prima del decreto dell'emergenza sanitaria, una struttura che ha saputo fronteggiare la pandemia e a cui voglio tributare un ringraziamento per tutto l'impegno profuso nel corso di questi due anni". Il direttore generale di Asufc Denis Caporale ha concluso: " Un ringraziamento va anche alle ditte costruttrice Xcision Med. Syst. e fornitrice Tema Sinergie perché hanno soddisfatto le richieste di strumentazione e software mediante cessioni a titolo gratuito, prestiti o forniture in conto visione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udine sul tetto d'Europa per i trattamenti del tumore al seno

UdineToday è in caricamento