Petizione per anticipare lo screening del tumore alla mammella, c’è anche la firma di Liguori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

C’è anche la firma della consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini) sulla petizione lanciata questa mattina dall’Associazione nazionale donne operate al seno (Andos) di Udine per chiedere alla Regione l’anticipazione dell’età dello screening del tumore alla mammella. Pochi giorni fa la rappresentante dei civici, dando voce anche alla richiesta della sezione di Udine della Lega italiana lotta ai tumori (Lilt) ha depositato una mozione con cui chiede alla Giunta regionale di valutare con i professionisti della sanità del territorio l’opportunità di anticipare l’età dello screening del tumore mammario e al contempo destinare a tale scopo un’adeguata parte di risorse. “Ci riempie di gioia sapere che l’associazione si è mossa con una raccolta firme - ha commentato Liguori poco prima dell’inizio della Camminata per la ricerca -. Ci faremo portatori dell’istanza in Consiglio regionale”. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento