Salute / Centro / Piazzale Santa Maria della Misericordia, 15

L'ospedale di Udine è centro d'eccellenza per la lotta al tumore al seno

Denis Caporale: “Il percorso di cura che viene offerto alle pazienti è di altissimo livello e la certificazione europea ne è la testimonianza”

Lo scorso 16 marzo l’Unità senologica dell’Ospedale di Udine ha ricevuto la conferma della certificazione Eusoma (European society of breast cancer specialists) come centro europeo di eccellenza per il trattamento del cancro mammario. 

I numeri

L’unità, in attività da anni, nel solo 2022 ha trattato 360 nuovi casi di tumore con un totale di 648 interventi chirurgici. Il lavoro è organizzato all’interno di un percorso terapeutico che prevede la presa in carico completa della paziente: dalla prevenzione alla cura, fino alla riabilitazione e al suo reinserimento nella vita attiva. La scelta di perseguire la certificazione è stata fatta per orientare i processi di cura e di assistenza verso standard di qualità, di equità, di trasparenza e di efficacia nei risultati, per avere standard di eccellenza internazionali come punti di riferimento e per promuovere la cultura del miglioramento continuo. Il tumore della mammella è la neoplasia più frequente nelle donne, in Italia ci sono oltre 50.000 casi all’anno di cui circa 1200 in Friuli Venezia Giulia. Negli ultimi anni, nonostante l’aumento dell’incidenza, il tasso di mortalità continua lentamente a scendere; la diagnosi sempre più precoce grazie ai programmi di screening e a strumenti diagnostici sempre più sofisticati insieme alle terapie sempre più efficaci e mirate hanno migliorato in modo significativo la prognosi. La letteratura scientifica dimostra che le pazienti curate nelle Unità Senologiche certificate vivono più a lungo e sono molto più soddisfatte delle cure ricevute, indipendentemente dal tipo di malattia. La più alta sopravvivenza è correlata ad un corretto e strutturato percorso diagnostico e terapeutico all’interno delle unità senologiche,  costituite in Europa e in Italia da diverso tempo; tuttavia dei 256 centri di senologia italiani, solo 23 hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento.

Le dichiarazioni

“La certificazione – commenta la dottoressa Carla Cedolini, responsabile dell'unità – conferma l’alta qualità delle nostre prestazioni, garantite e coordinate da un approccio multidisciplinare: radiologia senologica, anatomia patologica chirurgia senologica, oncologia, medicina nucleare, chirurgia plastica e ricostruttiva, radioterapia, genetica medica, psicologia, fisiatria e riabilitazione, geriatria, cure palliative, maternità assistita, associazioni di volontariato e molto altro. Non è stato facile aggiungere altro lavoro nonostante la pandemia, ma grazie alla coesione del gruppo e all’integrazione delle diverse figure professionali, l’obiettivo è stato centrato e per questo e per lo sforzo fatto ringrazio tutti. La valutazione è stata molto buona ed ora siamo pronti per nuove sfide”. Il prossimo traguardo è quello di estendere nel 2024 il processo di certificazione agli ospedali di rete di Asufc, progetto molto ambizioso e complesso ma che ha già raccolto le adesioni convinte dei professionisti interessati. Il direttore generale, Denis Caporale: “Riceviamo la conferma di una certificazione molto importante e per il quale c’è a monte un lavoro straordinario da parte della dr.ssa Cedolini e di tutto il team di professionisti coinvolti: il percorso di cura che viene offerto alle pazienti è di altissimo livello e la certificazione europea ne è la testimonianza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ospedale di Udine è centro d'eccellenza per la lotta al tumore al seno
UdineToday è in caricamento