Lo sfogo di un ex Oss: "Non è solo un influenza, rispettate gli altri"

La lettera di un lettore, impegnato nel passato nel mondo della sanità

Una lettera accorata, inviata dal nostro lettore Daniele Lauzana, ex Oss, riguardo alla situazione attuale e alle valutazione che spesso si fanno in modo approssimativi sulla pandemia. 

Mi duole leggere commenti su questa emergenza sanitaria come "tanto è solo un influenza". Nel corso degli anni, lavorando come Oss, ho avuto a che fare con isolamenti che per protocolli e procedure mi sembrano barzellette rispetto a quelli che svedo attuare ora in caso di paziente positivo al Covid.

Vorrei che concedeste un applauso e un incoraggiamento a tutto il personale sanitario e ausiliare, che si impegna tutto il tempo per allungarvi la vita e darvi sostegno fisico-psicologico e sociale (non solo di questi tempi) e vi dà una mano in tutti i sensi.

Va bene, con questo Covid-19 c'è chi se la cava con niente e dice che basta una mascherina. Sfido chiunque e proprio chiunque a non avere patologie pregresse nella propria vita. Ci sono persone a cui va tutto bene nella vita e ad alcune va male. Mi dispiace leggere, sentire e vedere persone che dicono che la mascherina toglie la "libertà".

A me personalmente toglierebbe di più questa libertà il dover stare nel migliore dei casi in quarantena e nel peggiore, attaccato ad un tubo per mesi, perché non riesco a respirare in autonomia. Oppure in una cassa, cremato e finire chissà dove assieme ad altri per "selezione naturale". 

Per favore, se non ve l'hanno insegnato da bambini, ve lo chiedo io: lavatevi e rispettate gli altri anche tramite leggi che al momento danno fastidio pure a me. Direte grazie un domani. Intanto vi dico grazie io se avete letto fino a qui. 

Ciao e buon tutto.

Uno che al momento è disoccupato e che non vuole tornare a fare l'Oss, anche per causa vostra oltre che per motivi personali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento