Liste d’attesa in diabetologia a Udine. Liguori interroga la giunta regionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La Consigliera regionale dei Cittadini Simona Liguori ha presentato un’interrogazione a risposta scritta all’Assessore alla Salute Riccardo Riccardi per sapere quale futuro attenda la Struttura Operativa di Diabetologia dell’Ospedale di Udine. La prolungata sospensione dell'attività ambulatoriale pubblica e privata convenzionata dovuta all’emergenza Covid-19 ha generato infatti delle criticità nella gestione dell’attuale fase di graduale ripresa delle attività ambulatoriali iniziata nella seconda metà di maggio, non solo per i nuovi standard organizzativi richiesti, ma anche per il recupero di tutti gli esami che non si sono potuti svolgere. «Il Coordinamento Regionale delle Associazioni Diabetici del FVG ha rappresentato a mezzo stampa - spiega Liguori - la situazione della Diabetologia dell’Ospedale di Udine evidenziando che la contemporanea riorganizzazione dell’attività ambulatoriale e la carenza di due (ridotta ad uno solo dal mese di luglio) dei quattro medici abitualmente presenti in organico sembrerebbe rendere irrecuperabili numerose prestazioni fin ora non eseguite e potrebbe portare all’annullamento di molte visite già programmate. E’ fondamentale che siano ripristinati gli elevati standard qualitativi a favore dell’utenza, ecco perché ho interrogato l’Assessore per conoscere quali strategie in merito intenda attuare». Liguori ha inoltre ricordato che non è ancora stata portata all’attenzione della III Commissione Sanità la relazione che annualmente, entro il mese di febbraio, deve documentare lo stato di attuazione della LR 7/2009 illustrando i risultati ottenuti in termini di contenimento dei tempi di attesa per la fruizione delle prestazioni sanitarie. «Il diabete - ha concluso la Consigliera dei Cittadini - è una malattia cronica che necessita in modo particolare della continuità di cura al fine di evitare gravi complicanze a lungo e a breve termine. La struttura di Udine ha un bacino d’utenza tra i più ampi in Regione. E’ polo di riferimento per l’Azienda Friuli Centrale per il diabete tipo 1 e per l’uso delle tecnologie applicate al diabete».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento