Mercoledì, 28 Luglio 2021
Salute

“Consolidare le cure domiciliari per togliere la pressione sugli ospedali”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

“Al di là di quanto è emerso in questi giorni in merito al numero dei posti letto di terapia intensiva destinati ai pazienti Covid con gravi sintomi, un dato è certo: siamo quasi a saturazione. E la pressione a cui sono sottoposti oggi gli ospedali della nostra regione rimanda inevitabilmente al tema della necessità di fare tanto e di più a livello territoriale nel trattamento dei pazienti affetti da coronavirus e con sintomi”. La consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini), fatto il quadro della situazione di emergenza sanitaria, ribadisce così la necessità di rendere pienamente operative le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca). “I medici in servizio presso le Usca hanno un ruolo fondamentale perché si interfacciano direttamente con il cittadino, anticipando e evitando l’arrivo in ospedale: operano infatti nelle strutture residenziali per anziani e quelle per persone non autosufficienti, nonché presso il domicilio dei pazienti segnalati dai medici di medicina generale e in collaborazione con il Dipartimento di prevenzione e i distretti sanitari. E’ fondamentale che questa figura professionale, in questa fase, venga messa al centro della gestione dei pazienti Covid”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Consolidare le cure domiciliari per togliere la pressione sugli ospedali”

UdineToday è in caricamento