Salute

I professionisti della sanità a 6 euro e 50 l'ora

In tempi di Covid-19, assunzioni lampo e retribuzioni da far gridare allo scandalo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

In una lettera all’Agenzia Regionale per il Coordinamento della Salute della Regione FVG, Alessandro Beux, presidente nazionale della FNO TSRM e PSTRP, e Giorgio Sirotti, presidente dell’Ordine del Friuli Venezia Giulia , chiedono che si chiarisca come è possibile che quanto in partenza previsto per l’assunzione in emergenza di tecnici di radiologia, infermieri, assistenti sanitari, tecnici di laboratorio e tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare (compenso orario di euro 30 al netto eventuali di oneri riflessi e IRAP), si traduca in 11 € lorde/ora (circa 6,50 euro netti/ora) proposti dall’agenzia interinale Gi Group. Ma, ancora prima, si chiedono come il nostro Paese possa accettare di pagare 6,50 euro netti/ora i professionisti sanitari chiamati a gestire l’emergenza Covid-19, coi rischi di ammalarsi e di perdere la vita che ciò comporta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I professionisti della sanità a 6 euro e 50 l'ora

UdineToday è in caricamento