Fine settimana alla Sagra del vino a Casarsa con Spyros

Prosegue a Casarsa della Delizia la 64° edizione della Sagra del vino, tra le maggiori manifestazioni regionali di promozione e degustazione dei prodotti tipici friulani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La Sagra del Vino di Casarsa della Delizia è organizzata dalla Pro Casarsa della Delizia e dalla Città di Casarsa della Delizia. Gode del patrocinio dell'Ersa e del marchio Tipicamente friulano dell'Assessorato alle politiche agricole della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, che crede nell'opera di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche locali portata avanti dalla manifestazione casarsese. L'evento gode inoltre del contributo di Provincia di Pordenone, Associazione regionale tra le Pro loco del Friuli Venezia Giulia, Viticoltori Friulani La Delizia (che fondarono la Sagra), Banca di Credito Cooperativo di San Giorgio e Meduno, Coop Casarsa, Onda Mobile Communication, Ambiente Servizi.

IL SECONDO FINE SETTIMANA
Neanche il tempo di archiviare la grande affluenza (sia in teatro Pasolini per il concerto di Dolcenera che nella zona festeggiamenti) del 24 e 25 aprile, che la Sagra del Vino si tuffa nel suo secondo fine settimana. Giovedì 26 aprile da segnalare Zovin, momento di promozione del bere consapevole tra i giovani con musica, mentre venerdì 27 aprile da non perdere i due appuntamenti con Degustibus, degustazione di carne chianina e costata su prenotazone, mentre la sera dj contest. Sabato 28 aprile convegno sui gusti transfrontalieri Chef Net (ne parliamo diffusamente qui sotto), incontro con la città del vino ligure di Dolceacqua (anche di questo ne parliamo qui sotto), madonnari, degustazioni di oli con l'Olibar e alla sera VII° Festival della danza Città di Casarsa della Delizia a cura della Scuola Etoile (prevendita biglietti in corso). Domenica 29 aprile ancora degustazioni, fiera enogastronomica con Campagna amica, 50° anniversario dell'Avis Casarsa-San Giovanni, esibizione acrobatica del circo Paniko e serata con i Trigeminus (di tutti questi appuntamenti trovate i dettagli qui sotto).

CONVEGNO CHEF-NET
Sabato 28 aprile alle 10.30 nel ridotto del Teatro Pier Paolo Pasolini, in via Piave, "Chef-net, gusti da scoprire. Percorsi enogastronomici in Carinzia, a Treviso e Pordenone", convegno sul progetto finanziato nell'ambito dell'iniziativa Small Project Fund del Programma di Cooperazione Territoriale Transfrontaliera Interreg IV A Italia-Austria 2007-2013. Dopo i saluti delle autorità e l'introduzione di Venanzio Francescutti, Assessore Urbanistica e Città del Vino di Casarsa, interverranno Mirko Lalli, esperto Marketing e Comunicazione Fondazione Sistema Toscana, Andrea Di Leo, funzionario alle Politiche Comunitarie della Provincia di Treviso, Hubert Reiner, presidente Associazione Vacanze in Agriturismo Carinzia, Michela Zin, Responsabile Area Marketing territoriale Concentro, Iole Piscolla, giornalista e tecnico di Turismo enogastronomico Associazione Nazionale Città del Vino. Conclusioni a cura di Mirco Lorenzon, Assessore Agricoltura Caccia Pesca Parchi della Provincia di Treviso. Moderatore Antonio Liberti, giornalista. Seguirà brindisi (a cura di Pro Casarsa - Città di Casarsa della Delizia Assessorato alle Città del Vino - Carinzia - Regione autonoma Friuli Venezia Giulia - Regione Veneto - Chef-net Italia Austria - Interreg IV - SPF - Provincia di Pordenone, con il sostegno di Unpli Comitato regionale Friuli Venezia Giulia - Associazione fra le Pro loco del Friuli Venezia Giulia - Consorzio fra le Pro loco del Sanvitese e del Sil - Tipicamente Friulano - Città del Vino).

I prodotti Chef-Net saranno poi esposti nell'area centrale dell'Isola Felice.

GEMELLAGGIO DEL VINO CON DOLCEACQUA
E' Dolceacqua, un borgo medievale di poco meno di 3 mila abitanti nel Ponente ligure in provincia di Imperia, la cittadina con la quale Casarsa, unica Città del Vino della provincia di Pordenone, si gemellerà durante la Sagra. Dopo le positive esperienze con Monte San Savino (provincia di Arezzo), Cellino San Marco (Brindisi), Trento e Pianella (Pescara), ecco il primo incontro con la Liguria. A dispetto del nome, Dolceacqua è terra di vini, tra i quali il più conosciuto è il Rossese, la cui uva è coltivata ad alberello, come è caratteristica nella macchia mediterranea. La tradizione nella coltivazione della vite si fa risalire, in zona, agli Etruschi. Sta di fatto che il Rossese fu apprezzato anche da Napoleone Bonaparte. Dolceacqua è nota anche per la sua produzione di oli pregiati, che saranno degustati durante la Sagra in speciali giornate.

Dopo la scambio di saluti sabato 28 aprile in mattinata durante il convegno Chef-net, dalle 18 stand di prodotti liguri nell'isola Felice al centro della Sagra. Alle 20 cena ligure al ristorante solidale Al Posta su prenotazione. Domenica 29 aprile dalle 10.30 degustazioni di oli liguri e friulgiuliani Al Posta e al Salone dei Vini e ancora esposizione di prodotti tipici.

CINQUANTESIMO AVIS CASARSA SAN GIOVANNI
All'interno della Sagra saranno anche celebrati i 50 anni dalla costituzione della sezione donatori di sangue Avis di Casarsa e San Giovanni, Alle 9.30 sarà celebrata la Messa nella chiesa parrocchiale di Casarsa, mentre alle 10.30 ci si trasferirà al teatro Pasolini (il corteo dei labari sarà accompagnato dalla Fanfara dell'11° Reggimento Bersaglieri di Orcenico Superiore mentre ci sarà il sorvolo degli Avioleggeri del Team Paramotore). Alle 11 premiazione dei soci benemeriti, con conduzione del duo comico Trigeminus. L'attuale presidente Danila Cristante ricorderà i suoi predecessori, a cominciare da Amleto De Silva che fondò insieme ad altri donatori la sezione il 27 ottobre 1961. Dopo di lui hanno presieduto la sezione Livio Fabris, Milvia Cozzarini, Vanio Francescutto e Maurizio Rosa. Attualmente i soci donatori sono 370, molti dei quali saranno premiati per le donazioni effettuate durante l'anno appena trascorso. Riceveranno la medaglia oro con rubino Castellarin Ottavio, Cozzarini Milvia, Francescutto Vanio, Gregoris Alfonso, Lepre Sara Luisa e Serafini Aldo. Riceveranno la medaglia d'oro Altavilla Gioacchino, Bellinato Mario, Castellarin Alfio, Cesarin Luigi, Cozzarini Davide, Cozzarini Mariano, Cristante Danila, Fabris Tomaso, Marchese Alfio, Marino Giuseppe, Morello Luigi, Muccin Roberto, Papais Robert, Pitton Alessio Antonio, Rosin Eugenio, Sabino Emilio, Soncin Giancarlo, Spagnol Ivan, Steffenon Franco e Zavattin Manuela, In 29 riceveranno la medaglia d'argento dorato, 95 quella d'argento e 92 quella di rame.

Alla sera alle 21 i Trigeminus torneranno sul palco del teatro Pasolini per uno spettacolo comico gratuito (sino esaurimento posti) offerto dalla stessa Avis.

SPYROS DA MASTERCHEF A CASARSA
È stato la rivelazione dei reality nella stagione televisiva 2011-2012, sbaragliando agguerriti concorrenti nella prima edizione italiana, andata in onda su Sky e Cielo, del format "Masterchef". A colpi di fornelli, simpatia e tenacia, Spyros Theodoridis ha convinto puntata dopo puntata i tre giudici "a cinque stelle" del reality, i cuochi Bruno Barbieri e Carlo Cracco e il ristoratore Joe Bastianich (italoamericano dalle origini friulane). Ateniese trapiantato a Modena, Spyros ha ora scritto un libro per Rizzoli con le sue ricette, intitolato "Cuoco per emozione. Una cucina fatta con amore", che sarà presentato ufficialmente il 29 aprile alle 18 nel giardino del ristorante solidale Al Posta (in caso di maltempo all'interno). L'evento, a ingresso gratuito, sarà introdotto da Valentina Gasparet (una delle anime del noto festival letterario internazionale Pordenonelegge.it) e vedrà Spyros racconta i retroscena del programma televisivo ma soprattutto la sua grande passione per la cucina.

ACROBATI OLIMPICI
Il 29 aprile dalle 17 davanti a palazzo Burovich de Zmajevich esibizioni di Andrea Caldato ed Eva Lunardi (compagnia Eka del circo Paniko), con performance acrobatiche direttamente dalle cerimonie delle Olimpiadi invernali del 2006 a Torino e delle Universiadi 2007 in regione.

VENITE A MANGIARE DA NOI
AREA ESPOSITIVA E LUNA PARK

Da non dimenticare i gusti: in tutte le giornate sarà aperta l'enoteca del Salone dei Vini, con 23 cantine che propongono 83 varietà di vino e 10 chioschi enogastronomici gestiti dalle associazioni locali che propongono piatti tipici. C'è poi un'area fieristica nella cantina La Delizia, con 45 aziende espositrici, e un bellissimo e coloratissimo Luna Park con 43 attrazioni.
 

Torna su
UdineToday è in caricamento