Martedì, 21 Settembre 2021
Ristoranti Tavagnacco

La pandemia lo ispira: apre una "virtual kitchen" per preparare burger artigianali

Andrea Delli Santi ha 27 anni e da 7 lavora nella pizzeria del papà: durante la pandemia ha investito nella creazione del brand "Big Mama Burger"

Reinventarsi è stato un verbo fondamentale per molti, in questi mesi.

La pandemia ha costretto tante persone a ripensare alle proprie vite, partendo spesso dal lavoro. Tra questi anche Andrea Delli Santi, 27 anni, figlio di un pizzaiolo di origine campane che vive ormai in Friuli da 40 anni e che, come tanti ristoratori, si è trovato a fare i conti con le chiusure e le restrizioni.

E così Andrea, appoggiato dalla fiducia del papà - che gestisce la pizzeria Alla Rotonda di Feletto Umberto da 7 anni - ha deciso di mettersi alla prova e da lunedì 17 maggio ha creato la sua virtual kitchen.

panino-3

L'idea

«Seguendo le idee milanesi, città dove durante il covid sono nate diverse virtual kitchen sfruttando il laboratorio dei ristoranti chiusi, abbiamo aperto un brand di panini che si specializza su consegna a domicilio. L'idea che è che in futuro noi possiamo allargarci e fare altre proposte», Andrea ci parla con l'emozione di chi ha voglia di fare e non ha paura. Il suo brand lo ha chiamato "Big Mama Burger" e ha già un suo menù e una sua piccola storia. Una storia che parla di innovazione ma anche di tradizione. Già, quel "big mama" non è casuale ed evoca immediatamente la figura di una donna che diventa un po' mamma di tutti, capace di cucinare manicaretti che piacciono a grandi e piccoli. «Il nome evoca manualita, passione, cibi fatti in casa con amore», racconta Andrea. Ecco che allora il "piatto forte" è il Big Mama Burger, dove all'interno fa la sua sorprendente apparizione il crocché di patate, tipico partenopeo, cucinato seguendo la ricetta della mamma di Andrea. C'è lo zampino di tutta la famiglia, in questa idea. E, non a caso, lo slogan è "Come mamma li ha fatti". 

panino bufala-2

Poi ci sono altre sorprese, come il panino con la mortadella arrostita e un'intera mozzarella di bufala e altre golosità pronte ad essere portate a casa vostra. La dinamica è semplice: si va sul menù online, si ordina e si aspetta. «C'è una cucina che il cliente non vede, perché è all'interno di un laboratorio di ristorazione, e poi c'è la consegna a domicilio, un delivery veloce che consente di mangiare le pietanze freschissime di preparazione. In futuro pensiamo a una vetrina in centro a Udine, per il momento ci vogliamo far conoscere il più possibile», conclude Andrea che ha realizzato questo progetto insieme a Marco Tikulin, 25 anni, che fa il cuoco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pandemia lo ispira: apre una "virtual kitchen" per preparare burger artigianali

UdineToday è in caricamento