menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zilli (Lega): "Regione ha le idee confuse sull'accoglienza"

Il consigliere regionale del Carroccio: "Non è ancora chiaro come avverrà la redistribuzione nei comuni, quali sono i criteri con cui la Regione pensa di affidare i rifugiati ai territori"

"Si parla di accoglienza diffusa, ma in realtà la Regione in questo momento, pare avere poche idee e ben confuse". A dirlo la consigliera regionale della LN Barbara Zilli a margine delle audizioni degli ambiti socio-sanitari in VI Commissione.

"Vengono distribuite tabelle con dati puntualmente contestati dai rappresentanti degli ambiti, si può sapere quanti sono davvero gli immigrati presenti e in quanti comuni sono distribuiti? Qui i dati sono sbagliati, per cui la distribuzione degli immigrati è assolutamente fallace. Di cosa stiamo discutendo allora?" chiede Zilli.

"Non è ancora chiaro, poi, come avverrà la redistribuzione nei comuni, quali sono i criteri con cui la Regione pensa di affidare i rifugiati ai territori: ci sono ambiti in cui mancano strutture e altri in cui mancano forze dell'ordine, servizi e spazi utilizzabili. Dove si sistemeranno tutte le persone assegnate?"

"Rischiamo di arrivare tardi - dice ancora l'esponente de Carroccio - per risolvere tutte queste criticità, senza contare il problema della sicurezza, che si pone nel momento in cui abbiamo poche forze dell'ordine a disposizione e non sappiamo se chi arriva sia clandestino o meno".

"Oltretutto - commenta ancora Zilli - l'assessore Torrenti non si è nemmeno presentato in Commissione per poter rispondere alle molte domande rimaste sospese".

"La regione - dice ancora Zilli - come è accaduto anche per altre tematiche, vuole imporre le sue scelte dall'alto, in modo assolutamente antidemocratico, trascurando le esigenze e le plausibili posizioni che dovrebbero esprimere i Comuni"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento