Vittoria di Ugl sanità su affidamento servizio emergenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Con la determinazione 347 del 11 maggio, la direzione aziendale dell' Aas 2 Bassa Friulana-Isontina ha revocato il provvedimento di affidamento del servizio di emergenza e trasporto primario agli enti di volontariato. Tale provvedimento prevedeva un esborso di denaro pubblico superiore ai 14.000.000 di euro, tra l' altro con dinamiche e situazioni di costi riferibili ai vari enti alquanto discutibili. L' Ugl Sanità, fin da subito aveva espresso la propria contrarietà all' esternalizzazione del servizio di soccorso ai volontari e alla decisione di non prevedere l' infermiere su alcune ambulanze di soccorso: decisione alquanto grave e pericolosa. Ora che si è deciso di revocare tale atto, si proceda in via d'urgenza all' assunzione del relativo personale per attivare le postazioni oggetto di esternalizzazione, ciò creerebbe una opportunità di lavoro per quasi 150/170 persone, in un momento di grave crisi del mercato del lavoro, ricordando, ad esempio, che per gli autisti è ancora valida la graduatoria del concorso di Trieste. È quanto chiede Modica Matteo segretario Ugl Sanità Fvg.

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento