Venzone e Cercivento, sciolti i consigli comunali

A Venzone arriva Damele, a Cercivento resta il vicesindaco Nodale

La Giunta regionale, su proposta dall'assessore alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Venzone e Cercivento.

A Venzone

Nel primo caso, a seguito nella seduta consiliare del 18 ottobre è stata discussa e approvata con appello nominale la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco, ottenendo 12 voti favorevoli su 12 consiglieri presenti e votanti. Di conseguenza, è stato sciolto il Consiglio comunale di Venzone ed è stato nominato Daniele Damele, dirigente della Regione Friuli Venezia Giulia, quale commissario per la provvisoria amministrazione del Comune sino alla elezione del nuovo sindaco e del nuovo Consiglio. Queste ultime operazioni potranno avere luogo tra il 15 aprile e il 15 giugno del 2019. Al commissario sono stati conferiti i poteri già esercitati dal sindaco, dalla Giunta e dal Consiglio.

A Cercivento

Per il Comune di Cercivento, il 1 ottobre il sindaco ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica, divenute irrevocabili dal 22 dello stesso mese. Ai sensi della legge 142 del 1990, in caso di dimissioni del sindaco, la giunta decade e si procede allo scioglimento del Consiglio, ma la Giunta e il Consiglio stessi rimangono in carica fino alla elezione dei nuovi organi. Quest'ultima operazione potrà avvenire tra il 15 aprile e il 15 giugno del 2019. Fino ad allora, le funzioni del sindaco verranno svolte dal vicesindaco, nella persona di Lorenzo Nodale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento