Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Travain: “La fondazione Aquileia si apra ai territori del Friuli Venezia Giulia e ai paesi della Mitteleuropa”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Alla notizia del conferimento in uso alla Fondazione Aquileia, da parte dello Stato, di tutte le aree archeologiche della città nonché della gestione del Museo Archeologico Nazionale, affermazione significativa di un principio di autonomia locale nell'amministrazione dei beni culturali, il neonato partito euroregionalista friulano “Europa Aquileiensis”, che si rifà alla dimensione storica mitteleuropea dell'antica metropoli aquileiese, avanza la proposta di un allargamento del consiglio della Fondazione stessa quanto meno alle rappresentanze di tutti Comuni o UTI del Friuli Venezia Giulia, a significazione di un'apertura alla più capillare partecipazione del territorio della Regione che nel simbolo di Aquileia riconosce la propria bandiera. Auspicabile – secondo il nuovo soggetto politico – sarebbe anche il coinvolgimento, ancorché onorario, di rappresentanze dei sette principali Stati mitteleuropei sui cui territori Aquileia estese in parte la propria antica influenza, soprattutto in campo amministrativo-spirituale. “Ciò farebbe davvero della pur benemerita Fondazione Aquileia un moderno raccordo di risorse locali ed internazionali da mettere in rete al fine di promuovere le radici di una comunanza di civiltà in grado di procedere dal passato verso il futuro” commenta il prof. Alberto Travain, coordinatore di “Europa Aquileiensis”. “Qualora questo non fosse possibile o meglio trovasse insormontabili ostacoli in malaugurate logiche di chiusura e di preservazione d'interessi localistici, una promozione territoriale diffusa, inclusiva, dei beni culturali connessi alla grande vicenda aquileiese potrebbe senz'altro essere guidata da un Comune di Udine, 'ricoscientizzato' erede dell'antica Madre Aquileia, quale capofila di una cordata di amministrazioni, istituzioni, associazioni, unite dall'intento di recuperare al presente una storia che già in tempi remoti ha saputo interconnettere popoli e terre dell'Europa Centrale. Udine 'Nuova Aquileia' prenda l'iniziativa e raccordi attorno a sé le realtà interessate a promuovere quel grande patrimonio comune!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travain: “La fondazione Aquileia si apra ai territori del Friuli Venezia Giulia e ai paesi della Mitteleuropa”

UdineToday è in caricamento