Uti, il Tar rallenta la riforma. Tondo: "La Giunta doveva confrontarsi con gli interessati"

Il capogruppo di Autonomia Responsabile commenta la decisione del tribunale amministrativo e stigmatizza la "velocità" della Giunta

 "La fretta è cattiva consigliera e la decisione del TAR di unificare i procedimenti sulle UTI dimostra che qualcosa da vedere in quella riforma c'era e c'è".

Il capogruppo di Autonomia Responsabile in Consiglio regionale Renzo Tondo commenta la decisione del TAR e stigmatizza la "fretta" della Giunta.

"Più volte - commenta Tondo - avevamo invitato la presidente Serracchiani e l'assessore Panontin ad aprirsi al confronto
costruttivo, lavorando per trovare una mediazione con gli Enti locali ricorrenti. Ma la Giunta ha preferito non ascoltare e
tirare dritto, rischiando di andare a sbattere. Purtroppo mi sembra che stia accadendo ciò che avevamo previsto e che si
poteva evitare attraverso il confronto democratico con tutti i soggetti interessati".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Canta il coro gospel, più di 10 intossicati finiscono in ospedale

Torna su
UdineToday è in caricamento