menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disordini alla Cavarzerani, Sergo (5 Stelle): «Fallimento del modello di accoglienza»

Il consigliere regionale interviene dopo gli episodi di tensione avvenuti in via Cividale e invita il ministro dell'Interno Alfano a raggiungere il Friuli

«L'episodio di violenza all'interno della caserma Cavarzerani di Udine è l'ennesima dimostrazione del completo fallimento del modello di accoglienza da sempre decantato dalla Giunta Serracchiani e imposto al nostro territorio dal Governo Renzi e dal ministro Alfano, i cui prefetti continuano a smistare profughi nelle nostre comunità anche in situazioni critiche o in strutture nemmeno considerate agibili».

A sostenerlo è Cristian Sergo, portavoce del M5S in Consiglio regionale, che aggiunge:

«Una delle cause di questi scontri è da ricercare nel numero troppo elevato e concentrato in maniera esagerata nei comuni
capoluogo. Basterebbe leggere i numeri di profughi che dovrebbero esser ospitati nei singoli comuni e quelli che effettivamente
trovano rifugio nelle strutture preposte. Un esempio su tutti: a novembre l'assessore Torrenti aveva previsto per il comune di
Udine un totale di 590 profughi. Adesso ce ne sono oltre 800 solo nella caserma dove lunedì è scoppiata la violenza».

«Un sistema del genere non funziona in nessun'altra provincia italiana. Concentrare così tante persone insieme in luoghi il più
delle volte non idonei, rende difficile qualsiasi processo di integrazione. Questo modello è lo stesso che per mesi ha visto il
sottopasso della stazione di Udine trasformato in dormitorio».

«I cittadini friulani non possono accettare questa situazione, sia quelli che esigono criteri e modalità più veloci per individuare
chi effettivamente ha diritto di rimanere nel nostro territorio come richiedente asilo, sia quelli che ritengono giusto accogliere queste persone in difficoltà ma in una maniera dignitosa sia per loro che per i cittadini stessi con cui devono convivere».

«Invito pertanto il ministro Alfano a venire in Friuli Venezia Giulia non solo per promuovere il suo libro, ma anche per rendersi conto di cosa sia il modello di accoglienza, che tanto gli viene decantato dalla presidente Serracchiani attraverso i suoi comunicati stampa, per prendere i provvedimenti del caso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto a Osoppo, gravissima una giovane del posto

  • Cinema

    C'è anche un'attrice friulana nella super produzione The house of Gucci di Ridley Scott

  • Cronaca

    Carnia, si fa un taglio alla testa con la motosega

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento