Scontro Lega-CasaPound, Clun: "L'unico che avete cacciato da questa regione sono io"

Il governatore Massimiliano Fedriga ha rispedito le accuse al mittente spiegando che la spesa per l'accoglienza "è per i minori, dobbiamo aiutare i comuni che sono in ginocchio"

I militanti di Casa

A margine della conferenza stampa convocata dal governatore della Regione Fvg Massimiliano Fedriga davanti all'ex caserma Cavarzerani, si è consumato anche un breve battibecco di un paio di minuti tra lo stesso governatore e il leader triestino di CasaPound, Francesco Clun. Partito all'insegna di una politicamente corretta cordialità, l'incontro è avvenuto davanti a decine di cronisti giunti nel capoluogo friulano per seguire gli sviluppi della manifestazione di protesta organizzata dalla Lega e alla quale hanno partecipato anche alcuni militanti del movimento di estrema destra. In mattinata Massimo Moretuzzo aveva parlato di "sconcertante" vicinanza tra i leghisti e i neofascisti.  

Il battibecco

"Se mi fai le domande qui invece che in aula è meglio" ha ironizzato il governatore Fedriga, riferendosi al blitz compiuto martedì scorso nell'aula del Consiglio regionale per cui, oltre alla sospensione del contratto interinale di Clun con la Direzione Sanità regionale, 14 neofascisti sono finiti nel mirino della Procura che ha raccolto la denuncia fatta anche dal presidente Piero Mauro Zanin. La discordia tra i due si è palesata sul tema dell'accoglienza, con Fedriga che ha spiegato che "i sette milioni stanziati martedì sono per i minori, perché non possiamo mettere in ginocchio i comuni che non riescono a pagare i servizi sociali per gli italiani, visto che la responsabilità sul minore ce l'ha il sindaco". 

"L'unica cosa che siete riusciti a cacciare è il sottoscritto"

"Serve una forte protesta, l'unica cosa che siete riusciti a cacciare da questa regione è il sottoscritto" ha puntualizzato Clun che, parlando dell'episodio in Consiglio regionale, ha spiegato che il "gesto forte" sarebbe stato messo in scena per ottenere "un altro gesto forte anche da parte di chi governa questa regione". A quel punto Fedriga si è indispettito, è emerso un battibecco sul ruolo degli Stati, delle Regioni e la Convenzione di Dublino, con il governatore che ha concluso il botta e risposta con "ho capito che vuoi fare polemica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento