menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Panontin: "Fusione dei Comuni, è qualificante per il FVG"

Secondo l'assessore regionale, questo passo è determinante per la riforma degli Enti Locali: riconosciuta la buona pratica della nostra regione

"La fusione fra Comuni costituisce uno dei tasselli fondamentali della riforma degli Enti locali promossa dal Friuli Venezia Giulia".

Lo ha sottolineato l'assessore regionale per le Autonomie locali e Coordinamento delle Riforme, Paolo Panontin, che ha partecipato oggi a Roma, nel palazzo del Viminale, a un convegno sull'istituto delle fusioni fra Comuni organizzato dal ministero dell'Interno.

Nel corso della giornata di studi, è stato illustrato anche il caso di Valvasone-Arzene, nuovo Comune del Friuli Venezia Giulia in provincia di Pordenone, nato il primo gennaio di quest'anno proprio da una fusione fra due Enti locali preesistenti.

"Nelle sue conclusioni - ha ricordato l'assessore Panontin - il sottosegretario agli Interni Gianpiero Bocci, nel lamentare il ritardo di alcune Regioni su questo tema, ha sottolineato l'utilità di mettere a fattor comune le buone pratiche realizzate in Italia, e tra queste proprio quelle attuate in Friuli Venezia Giulia come dimostra il caso del Comune di Valvasone-Arzene".

"Le esperienze proposte nel corso del convegno come quella del Trentino, assieme ai dati forniti dal ministero, ci permetteranno di essere ancora più efficaci - ha concluso Panontin - nell'attuare quel piano delle fusioni previsto espressamente all'articolo 8 della nostra legge di riforma delle Autonomie
locali, che abbiamo approvato alla fine dello scorso anno (legge 26 del 2014)".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento