Riccardi: «Le parole di Serracchiani non valgono nulla da tempo»

Il capogruppo in Regione di Forza Italia critica duramente la Presidente in vista del possibile arrivo di nuovi migranti nel nostro territorio

Riccardo Riccardi

«È evidente ormai da un pezzo che le parole e le rassicurazioni della Giunta Serracchiani, al pari del Governo di cui è emanazione, non valgono assolutamente nulla». Lo dichiara il capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale e candidato in pectore alle prossime elezioni per un posto nel palazzo di Piazza Unità Riccardo Riccardi.

Nuovi migranti in arrivo?


«Appena domenica scorsa - prosegue il consigliere - Serracchiani dichiarava che non c’era alcuna intenzione da parte del Ministero dell’Interno di far attraccare navi delle Ong al porto di Trieste. Oggi invece pare che cinquanta degli 860 migranti sbarcati stamattina al porto di Brindisi saranno smistati in varie regioni italiane, tra cui la nostra. Se la notizia si rivelasse vera, ci sarebbe una gravissima violazione dei piani di ripartizione dei migranti a livello regionale previsti dal Ministero dell’Interno». 

Poca pressione su Roma

«Alla Serracchiani - aggiunge Riccardi - va infatti ricordato come il FVG abbia già fatto la sua parte anche più del dovuto e che ancora oggi il numero di richiedenti rimane superiore alle cifre previste dal Viminale. Inoltre, prima che la rotta balcanica fosse resa difficilmente percorribile, le nostre comunità hanno affrontato flussi pesanti e costanti senza che ci fosse alcuna pressione da parte della Giunta in quel di Roma».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Regione moneta di scambio»
 

«Evidentemente le frequenti gite romane della Presidente servono non a tutelare i sacrosanti interessi della Regione che rappresenta ma a definire accordi in cui la Regione diventa moneta di scambio», conclude l’esponente azzurro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

Torna su
UdineToday è in caricamento