Sagre in pericolo, c'è il nuovo regolamento per avere i contributi

Definite le regole per accedere ai fondi per la sicurezza. Si va da un minimo di 3mila a un massimo di 50mila euro

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, ha deliberato il regolamento attuativo della legge sulla sicurezza nelle sagre e feste tradizionali che consentirà, non solo ai Comuni, ma anche alle Pro loco e a tutte le associazioni che organizzano eventi tradizionali, di attingere a finanziamenti per la messa a norma e la sicurezza degli impianti nelle aree e nelle strutture che ospitano le sagre tradizionali.

Graziano Pizzimenti

Graziano Pizzimenti-2

"Si tratta dunque, commenta Pizzimenti, di uno strumento essenziale per assicurare la sopravvivenza di eventi che si prefiggono l'obiettivo di promuovere le tradizioni locali e di mantenere coese le comunità". I contributi che potranno essere ottenuti, vanno da 3 mila a un massimo di 50 mila euro. Con il regolamento sono inoltre stati stabiliti criteri ai quali i soggetti che faranno richiesta dei finanziamenti si dovranno attenere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento