Riscoprire le rogge di Udine e il territorio con degli itinerari a tema: la proposta

I diversi percorsi, adatti a tutti e anche in versione digitale, vedrebbero la collaborazione di bar storici e osterie della città come punti di ristoro e informativi. L'idea di SiAmo Udine

Percorsi con tema le rogge della città, da tracciare anche su mappe digitali, in collaborazione con i bar storici e le osterie. Questa la proposta di SiAmo Udine per valorizzare la ricchezza del nostro passato e il territorio.

L'idea

"La nostra ricchezza sta nel nostro passato. Impariamo a valorizzarlo. Ogni luogo è la storia di una vita, che non può essere facilmente rimossa", sostiene il consigliere Lorenzo Patti, che continua: "I luoghi dei grandi imprenditori, artisti e inventori insieme alle rogge sono luoghi di visioni, memorie e tradizioni di un Friuli dimenticato e del tempo che fu".

I percorsi

La lista, quindi, propone diversi percorsi a tema: un urban trekking e nordic walking, due cicloturisti, tre naturalistico-ambientale e quattro artistici (paesaggi e pittori). "I percorsi dovranno essere graduati per pericoli stradali e difficoltà in modo da classificarli con simboli e colori, per bambini e anziani".

Versione digitale

Come propone la lista, poi, gli itinerari potrebbero essere tracciati su mappe digitali, in modo da poterli diffondere sia tramite web (sito internet del comune), sia tramite i social media che con brochure o volantini.

Bar e osterie

Nel progetto, poi, rientrano anche i bar storici e le osterie di Udine come punti di ristoro e informativi. "Ad esempio, l'osteria ai Frati per via Bertolini, per via Gemona il caffè Caucigh, il bar Al Ponte e bar Giaggio per Piazzale Chiavris, per via Zanon la Ghiacciaia, per via Grazzano l'Allegria e i Barnabiti, per piazza primo Maggio alle Grazie il Ciò che c'era, per Piazzale Cella l'osteria Da Pozzo, per via Marsala l'osteria Gnagne Sese e molti altri ancora".

Aree verdi

I vari percorsi, inoltre, possono essere arricchiti con diversi punti di interesse naturalistico nelle diverse aree verdi e parchi cittadini disseminati in tutti i quartieri di Udine. Ancora, per quanto riguarda il percorso artistico, potrebbero essere individuate delle aree per poter dipingere all'aria aperta.

Quartieri

Proprio per questo, sarà "Fondamentale il coinvolgimento dei consigli di quartiere e delle associazioni ambientaliste (Lega ambiente), culturali (FAI e Club Unesco) e sportive (nordic walking e associazioni ciclistiche)". 

Riscoprire la città

"Questa potrebbe essere sia l'occasione per i cittadini Udine di riappropriarsi della propria città dopo la paura della pandemia e per stimolare attività di accoglienza turistica con una ricaduta anche economica. Inoltre, l'ambiente potrebbe essere lo strumento per interessare i giovani anche alla storia e alle tradizioni locali: un suggerimento per i centri estivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Niente mini zone rosse, Fedriga fa dietro front: si ai tamponi per tutti

  • Coronavirus, cala il numero dei tamponi ma sale la percentuale di contagiati in Fvg

Torna su
UdineToday è in caricamento