rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Dieci punti per cambiare Udine, presentata la squadra del M5s

Esposto il programma elaborato dal gruppo che si presenta alle Elezioni Comunali 2018. La più giovane della lista è proprio la 37enne candidata sindaco, Maria Rosaria Capozzi.

Come a livello nazionale, anche a Udine il MoVimento Cinque Stelle vuole dire la sua e fare la sua parte, più e meglio della precedente esperienza consigliare. I pentastellati si ripropongono alle elezioni comunali 2018 con un gruppo di volti e attivisti completamente rinnovato senza aver ricandidato nessuno dei consiglieri comunali uscenti (ad esclusione di Fleris Parente finito nella lista per le regionali). “Ringraziamo i pionieri della precedente esperienza consiliare”, ha comunque precisato la candidata sindaco grillina, Maria Rosaria Capozzi.

Elezioni Comunali di Udine, presentati i candidati del Movimento 5 Stelle

La candidata sindaco

Si chiama Maria Rosaria Capozzi ed è nata nel 1980 ad Ascoli Satriano in provincia di Foggia. Laureata in giurisprudenza, la 37enne è in attesa dell'esito dell'esame di Stato per diventare avvocato, titolo che potrebbe ottenere a giugno di quest'anno. Diplomata al liceo classico, ma anche in taglio e cucito, dopo la laurea e la pratica forense svolta in Puglia, si è trasferita tre anni fa a Udine e in Friuli per seguire il marito, sottufficiale dell'Esercito che ha sposato due anni fa. 

I candidati

Durante la conferenza stampa di questa mattina tenutasi al Caffè Contarena sono stati presentati tutti i candidati consiglieri fra i quali, scorrendo l'elenco, risulta una sorta di capolista, Giuseppe Villotta, posizionato in alto all'elenco. Un gruppo eterogeneo, formato da professionisti e pensionati, nel quale si è però notata l'assenza di una componente giovanile. L'età media viaggia dai 42 anni in su e la più giovane risulta proprio l'aspirante sindaca Rosaria Capozzi.

Il programma

Sono dieci in totale i macro argomenti individuati dai pentastellati su cui si è impostato il programma e la campagna elettorale, volta al rinnovamento della città e soprattutto ad un miglioramento della qualità della vita. “Il centro storico è morto e le periferie sono degradate – ha premesso Rosaria Capozzi - . Per questo motivo ci siamo immaginati la Udine del futuro, sia a breve che a lungo termine, puntando sul turismo, la cultura e il commercio”. I punti principali o le novità proposte prevedono sì la pedonalizzazione del centro storico ma con la realizzazione di un capillare servizio attivo di mini bus e l'implementazione o il completamente della rete ciclo pedonale per collegare il centro storico ai quartieri esterni. E' previsto, inoltre, l'abbattimento delle barriere architettoniche e un maggiore controllo del territorio. Per sviluppare quest'ultimo punto l'obiettivo vuole essere raggiunto migliorando e aumentando l'illuminazione delle zone più buie, sviluppando un sistema di videosorveglianza capillare e integrato e installando delle colonnine sos nei luoghi più sensibili, come ad esempio all'interno dei parchi pubblici o dei parcheggi. 

Gallanda vs M5s, irruzione in conferenza stampa: "Mancanza di democrazia"

L'andamento del M5s dal 2013 al 2018 a Udine

Analizzando il voto degli ultimi 5 anni, Rosaria Capozzi dovrà difendere l'ottimo trend ottenuto dal Movimento 5 Stelle in città, con una preferenza passata dal 14,95% del 2013 al 22% circa delle ultime Politiche. "Al momento posso solamente affermare che la nostra speranza è di confermare gli splendidi risultati ottenuti alle Politiche, se non di aumentare la percentuale ottenuta", ci ha riferito telegraficamente l'aspirante avvocato e aspirante sindaco. 

Comunali 2013. Il MoVimento nel 2013 era riuscito ad ottenere ben 5.496 voti totali candidando un altro avvocato, Paolo Perozzo, risultando il secondo partito più votato in città con il 14,95% dopo il Partito Democratico che ottenne il 24,57% e 9031 voti (all'epoca Mariaelena Porzio risultò la più votata, con 50 preferenze, seguita da Claudia Gallanda (46), Massimo Deganutti (38), Vanessa Passoni (35), Fleris Parente (34)).  

Europee 2014. La medesima posizione fu ottenuta pure alle Elezioni Europee del 2014, quando il M5S incrementò i suoi voti in città raccogliendo il 16,80% dei voti con 7.334 schede a suo favore, posizionandosi dietro al poderoso 47,7% conquistato dal Pd con 30.832 voti. 

Politiche 2018. Altro dato interessante da tenere sotto mano sono ovviamente i recenti risultati raggiunti dai pentastellati alle ultime Elezioni Politiche del 4 marzo 2018. Urne che hanno visto il MoVimento 5 Stelle affermarsi nel collegio uninominale di Udine con il 21,82% dei voti alla Camera e il 23,21% al Senato. Percentuali che hanno confermato la loro seconda posizione sul podio fra le liste più votate; questa volta, però, dietro alla Lega (che ha ottenuto rispettivamente il 25,60% e il 27,71% dei voti) e davanti al Pd (18,71% e 18,73%).

L'elenco completo dei candidati del “Movimento 5 Stelle"

Sullo stesso argomento

Video popolari

Dieci punti per cambiare Udine, presentata la squadra del M5s

UdineToday è in caricamento