menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pietro Del Frate, sindaco di San Giorgio di Nogaro

Pietro Del Frate, sindaco di San Giorgio di Nogaro

Del Frate:"basta gettare fango sull'amministrazione di San Giorgio"

Il sindaco della cittadina si ribella alle voci di questi giorni. "I soliti noti della politica, sconfessati dal voto popolare in questi anni, operano nascondendosi dietro a nuove leve, per gettare discredito su chi lavora"

Basta gettare fango sull’Amministrazione municipale di San Giorgio di Nogaro che ha sempre lavorato compatta, unita, in modo trasparente, a favore della comunità. Non accettiamo e non accetteremo più falsità e insinuazioni che non hanno alcuna base e che nascono con la sola finalità di far mal apparire giunta, assessori e consiglieri di maggioranza”. Il primo cittadino di San Giorgio di Nogaro, Pietro Del Frate, unitamente ai capigruppo Luciano Bonetto e Luigi Del Piccolo, è risoluto; accusa “i soliti noti” di voler gettare discredito sulle Istituzioni, cercando in malo modo di suscitare dubbi e perplessità sulla popolazione del paese. Peraltro senza riuscirci.

“Per le ‘vecchie cariatidi’ è già iniziata la campagna elettorale per il rinnovo dell’assemblea civica, previsto tra circa dieci mesi, nel 2013. Si assiste, allora, a comportamenti spudorati, che fanno male, prima di tutto, alla popolazione di San Giorgio di Nogaro, il cui benessere sta al primo posto per la nostra amministrazione - dice Del Frate -; c’è chi, nascondendosi dietro ad altri volti, parla di ‘accordi trasversali’ che invece non esistono affatto, parla di spaccature in maggioranza che invece è più che mai compatta. L’Amministrazione comunale è unita e solida; esiste, come è sempre stato, un rapporto di grande fiducia tra i consiglieri eletti. La giunta e tutta la squadra sono impegnate a concludere il programma presentato agli elettori, con responsabilità, trasparenza e onestà. Il resto sono solo chiacchiere e falsità alimentate dai ‘soliti noti’: persone che dalla politica hanno avuto tanto, soprattutto incarichi ben remunerati; persone che ora tentano di nascondersi dietro alla faccia di altri che forse non li conoscono a sufficienza, ma che si prestano anche ingenuamente al loro gioco, forse perché non riescono a emergere da soli. Precise le finalità: evocare nuovi scenari politici che possano, chissà come, garantire posizioni di comodo ai ‘soliti noti’ che in questi anni sono stati sconfessati dal voto popolare”.

È falso, infatti, affermare che l’assemblea civica del 14 giugno scorso si è tenuta, come è stato insinuato, solo perché c’è stato un accordo trasversale, anzi. I consiglieri, responsabilmente, erano presenti nel numero corretto, garantendo i lavori. Tanto che è stato approvato a maggioranza il conto consuntivo”. Assenze strategiche nella minoranza, invece, sottolinea il primo cittadino: “visto che i consiglieri di maggioranza assenti si erano preventivamente giustificati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento