Politica

«Il progetto del nuovo palasport è stato presentato, si avvicinino altri imprenditori»

L'invito arriva dall'assessore allo sport Paolo Pizzocaro. «Si tratta di un'idea per creare nel comprensorio cittadino un nuovo polo sportivo, nel quale ci sarebbe anche un moderno palazzetto»

Il progetto di un'Olimpiade fra le scuole cittadine, proseguire sulla linea tracciata in precedenza per il rinnovo degli impianti e un'occhio strizzato al mondo del basket dal quale viene, con il sogno di realizzare il progetto del nuovo palasport. A parlare è Paolo Pizzocaro, assessore competente della Giunta Fontanini.

Qual è ad oggi lo stato dell’arte dell’impiantistica sportiva cittadina? 

«La premessa è che la nostra Amministrazione proseguirà innanzitutto l’opera di adeguamento normativo e messa in sicurezza degli impianti sportivi cittadini, in primis per quelli utilizzati dalle scuole. Vogliamo anche investire sul rinnovamento delle nostre strutture. Attualmente sono in corso il restilyng  alla pista di pattinaggio di via Pradamano e la nuova pavimentazione della palestra Rodari».

E il palaindoor di via del Maglio? Sembra sotto utilizzato.

«L'impianto è stato dato in regolare concessione all’Atletica Malignani, che riesce a far quadrare i propri conti soltanto concedendolo periodicamente a terzi per usi extrasportivi, tipo convegni e congressi, o per eventi di altre discipline che non siano l’atletica».

Programmi di massima per la legislatura?

«Credo che lo sport debba essere vicino alla scuola. Abbiamo un’idea, ovviamente da sviluppare, per un progetto sportivo che chiamerei  OlimpUdine e che dovrebbe veder protagoniste le scuole cittadine in una piccola olimpiade locale. Stiamo anche ragionando di coinvolgere i quattro borghi cittadini in un simile evento sportivo multidisciplinare».

Rapporti con l'Udinese?

«Rappresenta uno dei veicoli più importanti per la promozione della città, non solo sotto l’aspetto sportivo. L’Amministrazione ne è consapevole ed è sua volontà mantenere con la società i migliori rapporti possibili. E auspichiamo che, nel caso di diversità di vedute sempre possibili in qualsiasi relazione, si trovino soluzioni condivise in un ambito di positiva collaborazione».

Da uomo di basket una valutazione e un pronostico sull'Apu Gsa della prossima stagione

«I nomi che abbiamo letto, compreso il nuovo allenatore, ci dicono che il presidente Pedone ha ragionato in grande. Partendo dall’ottimo quarto posto dello scorso campionato possiamo sicuramente migliorare ancora. Magari giocando in modo più offensivo e spettacolare, ma senza tuttavia dimenticare che anche la difesa è fondamentale per raggiungere gli obiettivi più importanti».

Esiste un’idea per un nuovo palasport ?

«È stato di recente presentato da un imprenditore un progetto per creare nel comprensorio cittadino un nuovo polo sportivo, nel quale ci sarebbe anche un moderno palasport. Stiamo valutando con grande attenzione gli aspetti del progetto e anche le sue problematiche, iniziando da quelle urbanistiche, considerato che ho anche quella delega. Quello che auspico è che altri imprenditori possano avvicinarsi a questa idea e, con il supporto tecnico e morale del Comune, fare un investimento su di essa».

Come vede l’idea di mettere un po’ di storia del basket udinese dentro al Carnera ?

«Confesso che il basket è uno degli sport  che mi sono più vicini e credo sia molto bella l’idea di rendere il Carnera un luogo di “culto”  della pallacanestro udinese. Mettere le  foto o appendere le magliette di giocatori che hanno lasciato il segno nella nostra storia creerebbe un ambiente di simpatici ricordi per gli appassionati ma anche un forte stimolo a coloro che possono dare un futuro  importante alla nostra pallacanestro».
 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il progetto del nuovo palasport è stato presentato, si avvicinino altri imprenditori»

UdineToday è in caricamento