rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Spirito del Natale distorto, «Ad un passo dalla cultura che ha portato le leggi razziali»

L'affondo della consigliera comunale del Partito Democratico, Cinzia del Torre, all'indomani della soppressione delle due panchine di piazzetta del Pozzo

«Davvero le panchine danneggiano lo spirito natalizio?»,  si chiede la consigliera comunale di minoranza, Cinzia Del Torre, alla notizia della soppressione delle due panchine poste tra piazzetta del Pozzo e via Aquileia in quanto frequente luogo di ritrovo di richiedenti asilo e stranieri e area da liberare in rispetto del presepe da poco posto nelle vicinzanze. 

Lo spirito del Natale 

«A Natale ricordiamo la nascita di Gesù Cristo che è venuto al mondo in una stalla e deposto in una mangiatoia perché per lui e la sua famiglia non c’era posto in Locande e Alberghi - ricorda Del Torre-. È una storia di emarginazione e di accoglienza negata di cui le destre stanno stravolgendo completamente il significato».

L'attacco

«Le destre al Governo si dimenticano degli ultimi anche a Natale e credono che sia più estetico vedere solo persone con la pelle bianca e ben vestite», sottolinea la consigliera ed ex assessora-. «Siamo ad un passo dalla cultura che ha portato all’approvazione delle leggi razziali nel 1938 - rincara Del Torre-. La povertà, l’emarginazione e le differenze non si cancellano con un colpo di spugna negandone l’esistenza, ma favorendo percorsi di inclusione, pace e antidiscriminatorie. Simili decisioni sarebbero raccapriccianti in qualunque periodo dell’anno, ma lo sono ancora di più a Natale, quando dovremmo pensare a cosa siano davvero ricchezza e la vera povertà d’animo».

Natale: tolte 2 panche da via Aquileia, ma in piazza Libertà ne arrivano 4

Arriva il Natale, via le panchine anti bivacco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spirito del Natale distorto, «Ad un passo dalla cultura che ha portato le leggi razziali»

UdineToday è in caricamento