menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora niente consiglio comunale, l'opposizione chiede l'intervento del Prefetto

Si sarebbe dovuto tenere lunedì 4 maggio. Meloni:"È dall'inizio della pandemia che incalziamo il sindaco e la Giunta"

Era in programma per la giornata di lunedì 4 maggio il consiglio comunale straordinario richiesto dalle opposizioni, ma non si è svolto. Ora, si chiede l'intervento del Prefetto.

"Snobbati"

"Stando alla nostra richiesta di data 14 aprile 2020, avremmo dovuto ricevere entro la giornata di lunedì la convocazione del Consiglio comunale straordinario richiesto dalle opposizioni tutte. Ci sentiamo non soltanto snobbati dalla maggioranza leghista che siede a Palazzo D'Aronco, ma soprattutto destituiti del mandato che abbiamo ricevuto dalle migliaia di persone che ci hanno votati", commentano i consiglieri Eleonora Meloni, prima firmataria della richiesta, Alessandro Venanzi (capogruppo PD) Federico Pirone (capogruppo Progetto Innovare), Lorenzo Patti (SiAmo Udine) ed Enrico Bertossi (capogruppo Prima Udine).

Nessuna comunicazione

"È dall'inizio di questa pandemia che stiamo incalzando il Sindaco Fontanini e la sua Giunta, e senza le nostre incessanti richieste di convocazione non avremmo avuto neppure le Commissioni consiliari in collegamento web di questi giorni. Abbiamo formulato e depositato agli atti - proseguono i consiglieri -  diverse proposte per la città, le famiglie e l'economia che vogliamo affrontare e discutere in sede di Consiglio Comunale. Siamo seriamente preoccupati per la città, che attende invano risposte da una giunta non soltanto immobile, ma anche assente. Saremo quindi costretti a dover ricorrere all'intervento del Prefetto per poter garantire un diritto costituzionalmente riconosciuto, come l'espletamento del nostro mandato amministrativo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento