menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calo natalità in Fvg, Novelli e Ziberna (FI): "La Giunta non ascolta le nostre proposte"

Secondo gli esponenti di Forza Italia, l'attuale amministrazione regionale non interviene a sufficienza a favore delle famiglie

 "Frenare il calo delle nascite e riportare in positivo il bilancio della natalità sono tra gli impegni dell'amministrazione regionale? Gli atti della Giunta non sono un fulgido esempio di interventi a favore della natalità e delle famiglie, in particolare quelle numerose per cui non ha stanziato un solo euro nonostante le nostre proposte".

E' quanto dichiarano i consiglieri regionali di Forza Italia Roberto Novelli e Rodolfo Ziberna, i quali aggiungono: "Tra gli interventi che l'assessore alla sanità Telesca dichiara siano stati fatti ci sono la Carta Famiglia, l'integrazione di 60 Euro mensili per la Carta Acquisti Nazionale, peraltro già previsti dalla giunta Tondo, e una serie di norme volute dal governo nazionale. Cos'ha fatto, quindi, di concreto la giunta Serracchiani? Oltretutto togliere i fondi per il Bonus Bebè dopo che si era alzata una protesta collettiva di migliaia di mamme del FVG, dimostra ancora una volta che non ascoltano i cittadini.

"Noi di Forza Italia - aggiungono Novelli e Ziberna - che da sempre rivendichiamo una particolare attenzione per le famiglie, abbiamo presentato una proposta di legge, che in osservanza anche dei principi sanciti dalla Costituzione, nonché della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo, tuteli le nascite, favorisca la maternità e la paternità consapevoli, sostenga la corresponsabilità dei genitori negli impegni di cura e di educazione dei figli e persegua la tutela della salute dell'individuo nell'ambito familiare.

"Questa Giunta regionale - rincarano i due consiglieri regionali azzurri - ha davvero scarse idee e assai ben confuse, ritenendo con alcuni servizi di incentivare la natalità. Evidentemente vive in un modo tutto suo, avulso dalla realtà. La natalità la si incentiva con una pluralità di interventi, tra i quali certamente i servizi, ma anche un sostegno diffuso alla genitorialità, aiuti finanziari, aiuti alla scuola paritaria, alla pratica dello sport, all'accesso a servizi sanitari oggi preclusi o difficili da ottenere, ed un aiuto finanziario.

"Concretamente la proposta di legge che abbiamo presentato insieme a tutto il gruppo di FI - spiegano i consiglieri forzisti - si propone di sostenere le famiglie nella cura del bambino nei primi anni della sua vita concedendo un contributo per le spese documentate relative agli acquisti effettuati sul territorio regionale per articoli e/o servizi destinati alla cura della
prole dal momento della nascita. In pratica i genitori possono presentare gli scontrini sui quali sono indicate le spese per il nascituro che verranno poi rimborsate dalla Regione.

"Se le intenzioni della Regione, come sostiene l'assessore Telesca, sono, dunque, quelle di sostenere la natalità - concludono Novelli e Ziberna - invitiamo l'amministrazione ad avviare quanto prima l'iter per la discussione e l'approvazione della nostra proposta di legge che aiuta concretamente le famiglie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento