menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Ministro Guidi a Udine: "E' pronto un piano per il Made in Italy"

Intervenuta in occasione dell'assemblea generale di Confindustria la componente del Governo ha esternato anche in relazione al miliardo di euro necessario per la cassa integrazione in deroga: "Lo troveremo. E' un impegno che il governo si è preso ed è una priorità"

Come rilanceremo il Made in Italy? "Facendo tutto quello che abbiamo fatto sino ad oggi soprattutto sulla parte degli investimenti, degli sgravi fiscali e sostegno al fatto che le imprese possano rilanciare gli investimenti ad avere delle prospettive di sviluppo e di crescita in questo paese". Lo ha dichiarato oggi a Udine - ai microfoni dell’Ansa - il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, all'assemblea generale di Confindustria. "E - ha aggiunto - non ci fermeremo qui. E' pronto un piano per il Made in Italy che lanceremo nelle prossime settimane a sostegno delle imprese e soprattutto delle aziende che vogliono internazionalizzarsi, anche rendendo l'Italia un territorio attrattivo per gli investimenti esteri e per gli investitori esteri che vogliono venire a installarsi in Italia. Molte cose sono già state fatte nei primi quattro mesi di vita del governo. Naturalmente dobbiamo creare le condizioni perché chiunque entri nel nostro paese possa mantenere le produzioni".

Riguardo al miliardo di euro mancante per la cassa integrazione in deroga la ministro ha commentato così la situazione: "Lo troveremo. E' un impegno che il governo si è preso ed è una priorità. L’abbiamo detto io, il ministro Poletti e il Presidente del Consiglio Renzi. La disoccupazione, in particolare quella giovanile, è una piaga che tutti noi sentiamo come un dovere morale nel tentativo di cercare delle soluzioni. Il governo ha preso degli impegni molto precisi su questo e li rispetteremo", ha concluso il ministro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento