Autonomie locali, firmato a Udine l'accordo Regione-Sindacati

Menis (UIL): “Bene le clausole di salvaguardia per il personale delle Uti, ma ora servono risposte responsabili sul fronte contrattuale”

“Quella sottoscritta oggi è un’intesa che segna un passaggio essenziale all’interno del processo di riordino del sistema Regione-Autonomie locali, dando risposta alle richieste di certezza normativa, di garanzia della continuità contrattuale e di salvaguardia del posto di lavoro da sempre sostenute dal sindacato, anche nel corso del grande sciopero generale regionale del pubblico impiego del 25 maggio scorso”.

Lo ha dichiarato il Segretario generale della UIL del Friuli Venezia Giulia Giacinto Menis dopo la firma dell’accordo tra Regione e organizzazioni sindacali sul riordino del sistema Regione-autonomie locali del FVG; ordinamento delle Uti e riallocazione di funzioni amministrative.

“Ora, però, dopo 7 anni di blocco dei contratti e del turnover che in regione hanno procurato risparmi per circa mezzo miliardo di euro (ma che ai lavoratori hanno fatto perdere mediamente 4 mila euro) – ha aggiunto il Segretario Menis - ci aspettiamo pure che si apra un confronto davvero responsabile, anche sul fronte dei diritti contrattuali e retributivi dei lavoratori del comparto unico, valorizzando il loro ruolo fondamentale nei processi di riforma della pubblica amministrazione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento