Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

Lunedì in Regione arriva il leader del Carroccio Matteo Salvini

Mannoia-Pittoni: il botta e risposta sul mondo della scuola

Matteo Salvini torna in Friuli Venezia Giulia. Il leader della Lega sarà in regione lunedì per mezza giornata per incontrare candidati ed elettori.

Il programma

Questo il programma di Salvini: alle 9.30 parteciperà a una conferenza stampa a Trieste, in piazza della Borsa. Alle 10.45 sarà a Monfalcone per un incontro con i lavoratori della Eaton. A seguire, alle 12, faccia a faccia con gli elettori a Udine, in piazza San Giacomo. Nel pomeriggio, alle 13.45, è prevista una visita alla Cantina di Rauscedo a San Giorgio della Richinvelda, alle 14.45 Salvini chiuderà incontrando gli elettori a Pordenone, all’azienda agricola Palcoda di Corso Garibaldi.

Mannia, Salvini e Pittoni

«Fiorella Mannoia chieda scusa! Se la “cultura” della cantante è costruita su fake come quella da lei rilanciata secondo cui Matteo Salvini avrebbe detto che chi fa l'insegnante è un privilegiato perché si fa tre mesi di vacanze consecutive l'anno (frase mai pronunciata dal leader leghista e smentita più volte ufficialmente), si capisce come mai ce l'abbia tanto con la Lega. Le “amenità” sono in realtà quelle uscite dalla bocca di Mannoia che, senza verificare la veridicità della notizia, ha descritto il capo della Lega come un esagitato che fa “passare gli insegnanti come degli sfigati nullafacenti”». Lo afferma Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega, che spiega: «Salvini non ha mai parlato delle ferie degli insegnanti. Che l'Italia sia il Paese in cui la scuola garantisce tre mesi di vacanze consecutive, è un dato di fatto, ma ovviamente riferito agli studenti. Matteo aveva partecipato a un incontro dal titolo "Riprendiamoci il lavoro". Le sue parole erano state: "Per la scuola siamo l'unico Paese che fa tre mesi di vacanze consecutive all'anno e se non ci sono i nonni, si resta fregati". Si riferiva ai genitori che lavorano e d'estate non sanno a chi affidare i figli. Gli insegnanti non c'entrano. E' un problema segnalato da molte famiglie, per il quale vanno trovate soluzioni, non necessariamente – conclude Pittoni - legate a studio e strutture scolastiche».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunedì in Regione arriva il leader del Carroccio Matteo Salvini

UdineToday è in caricamento