Domenica, 25 Luglio 2021
Politica Chiavris / Via Pordenone

Scuola Pascoli, più di 3 milioni per renderla una scuola al top

Previsti interventi per migliorare sicurezza ed efficientamento energetico

La scuola primaria "Pascoli" sarà sottoposta a un intervento di riqualificazione che la renderà più sicura e farà in modo che raggiunga il massimo livello possibile di efficientamento energetico. I lavori sono iniziati oggi alla presenza del sindaco Pietro Fontanini, del vice sindaco Loris Michelini e dell'assessore alle politiche sociali Elisa Asia Battaglia. Assieme a loro anche l'onorevole Vannia Gava. 

Pascoli3-2

Lo stato dei fatti

L'opera rientra tra quelle prioritarie all'interno del piano di adeguamento dell'edilizia scolastica. La Pascoli è un edificio risalente al 1959, planimetricamente costituito da due ali di forma rettangolare fra loro collegate, aventi superficie, forma e distribuzione interna simili. Un’ala è disposta secondo l’asse ovest-est mentre l’altra nel senso sud-nord. L’ingresso è posto in posizione centrale. L’edificio si articola su tre livelli : piano interrato , piano rialzato e primo piano. La scuola ospita 270 alunni distribuiti in 15 classi, che fanno parte anche della scuola elementare Toppo Wassermann. In generale è ben conservato ma necessita di essere adeguato per raggiungere il grado  di sicurezza sismico richiesto agli edifici scolastici, nonché migliorare gli aspetti relativi, risparmio energetico, alla prevenzione e alla protezione dagli incendi e migliorare le condizioni di sicurezza nel caso di emergenze.

Costi e lavori

L’opera, dal costo complessivo di 3 milioni e 200 mila euro, usufruisce di un mutuo agevolato finziato con il fondo Kyoto destinato all’efficentamento energetico degli edifici esistenti. Il costo dei lavori compresi i costi per la sicurezza ammonta ad €. 2.264.613,20. Il termine contrattuale prevede una durata dei lavori di 787 giorni. La fine dei lavori è quindi prevista per settembre 2023. Per non interrompere l’attività scolastica i lavori saranno distinti in tre fasi, che vedranno sempre utilizzabili 17 aule didattiche la palestra.  Sono stati concordati con la dirigenza scolastica l’utilizzo degli spazi durante il cantiere per le attività all’aperto e sono stati riconfiguarti i percorsi di transito e di accesso degli alunni in tre ingressi separati, garantendo i necessari distanziamenti anche in caso di prolungarsi dell’emergenza Covid 19. Il progetto è stato redatto da Raggruppamento Temporaneo di professionisti tra l’architetto Giuseppe Esposito di Udine,  l’ingegner Mirko Degano di Udine, studio eProgetti di San Vito al Tagliamento, il geologo Francesco Caproni di Udine e l’ingegner Stefano Zanello di Fagagna. I lavori sono stati affidati al associazione temporanea di Imprese costituita dalla capogruppo mandataria Impresa Gerometta di Spilimbergo e dall’impresa Cella Costruzioni s.rl. di Coseano.

Gli interventi previsti

Creare un nuovo ascensore nel corte interna ed un servoscale per il raggiungimento dall’ingresso del piano interrato nel lato sud, per il superamento delle barriere architettoniche.

- Migliorare l’efficientamento energetico con un nuovo isolamento a cappotto e nuovi serramenti in alluminio per ottenere il miglioramento  di 5 classi energetiche per raggiungere la classe di efficienza A1.

- Adeguare l’edificio alle norme di sicurezza antincendio cerando un nuovo corpo scala esterno per l’uscita di emergenza.

- Ampliare le finestre dei locali al piano seminterrato e verrà creata una  gradonata nel giardino lungo via Pordenone.

Per migliorare la funzionalità dell’edificio è previsto anche di arretrare il serramento d’ingresso al fine di isolare climaticamente l’area d’ingresso e contemporaneamente  salvaguardare l’opera d’arte a mosaico che è posta sulla facciata verso via Pordenone.

Gli interventi strutturali riguardano:
- L’adeguamento sismico del fabbricato alle  "Nuove norme tecniche per le costruzioni 2018” per l’indicatore di rischio ad un valore uguale o superiore a 0,8 Come previsto per l’adeguamento  egli edifci scolastici

La scuola è inoltre interessata anche dai lavori di smantellamento della cabina elettrica di trasformazione da media a bassa tensione posta nel seminterrato della scuola e che viene realizzata sul perimetro esterno del giardino su via Pordenone, in questo modo vengono portati su strada anche parte dei cavidotti elettrici che attualmente transitano nel giardino della scuola. I lavori della nuova cabina elettrica  sono stati appaltati all’Impresa Luciano Riva di Pasian di Prato e dovranno concludersi entro l’estate 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Pascoli, più di 3 milioni per renderla una scuola al top

UdineToday è in caricamento