menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ioan ancora bufera su Amga: "Sulla nomina del presidente avevamo ragione"

Il leader del centrodestra udinese, dopo una conferenza stampa, si scaglia contro il sindaco Honsell per la trattativa che ha portato alla fusione con Hera e alla nomina della carica di Craighero

Adriano Ioan ritorna sul caso Amga: la questione, stavolta, ruota attorno alla procedura con cui si è arrivati alla nomina del nuovo presidente dell'ex municipalizzata. Secondo il leader del centrodestra in consiglio comunale a Udine, il presidente è stato nominato dall'Assemblea di Amga (in data 9 gennaio), anziché dal cda come imposto da dettato statutario.

Ioan, attraverso un comunicato dichiara: “La violazione oggettiva deve aver fatto drizzare le antenne ai decisori, altrimenti non sarebbe stato posto all'ordine del giorno del cda di Amga, che si riunisce fra poche ore, proprio la ratifica della nomina del presidente. A questo punto la domanda che si pongono i cittadini è una sola: ‘Gli atti del ragioniere (Craighero ndr), dal 9 gennaio al 6 marzo, quale validità possono avere? Gli atti devono essere rifatti? Aveva titolo il ragioniere a rivestire le funzioni connesse al suo ruolo di presidente?’”. 
Il consigliere si rivolge al sindaco Honsell, accusandolo di avere preso in giro i cittadini poichè una perizia notarile da lui citata, che attesterebbe la regolarità della nomina del presidente di Amga, non ci sarebbe: “Peccato che questa perizia non esista!”, hanno tuonato i consiglieri, che aggiugono: “altrimenti che senso avrebbe avuto inserire nell'odg odierno, al primo punto, la ratifica di Craighero? Se fosse stato tutto regolare non sarebbe stato necessario questo passaggio. Il sindaco continua a raccontare bugie e a prendere in giro i cittadini".

Secondo la minoranza, ci sarebbe una sottomissione dell'aula consiliare che dovrebbe seguire il volere di Hera e che impone la data, il 31 marzo, in cui si dovrebbe riunire il Consiglio.
Nel suo comunicato Ioan sottolinea che nel testo del ricorso di Craighero contro il Comune di Udine “si richiama la determina sottoscritta dal dirigente ad interim, peccato che a noi consiglieri, a cui viene di prassi inviato l'elenco con le determine dirigenziali, quell'atto non sia mai arrivato”.
Infine, una considerazione di Enrico Berti: “Sapete che Hera non si piazza neppure fra i primi cinque per il premio Top Utility 2013 quanto a sostenibilità? È prima per comunicazione, infatti, molte parole ma il resto è fuori classifica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento