Idroelettrico, sut (M5S): “Si faccia chiarezza su guardiania notturna”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Un’interrogazione parlamentare del deputato M5S Luca Sut chiede chiarezza sulla nuova organizzazione dei servizi di guardiania notturna degli impianti idroelettrici di Ampezzo e Somplago, in provincia di Udine, gestiti dalla multiutility dell’Energia A2A. “Abbiamo appreso di recente che il concessionario A2A ha inteso subappaltare da questo mese il servizio notturno di guardiania, precedentemente svolto da personale interno e specializzato, affidandolo a società di vigilanza generica che - incalza il Capogruppo M5S in Commissione Attività produttive - non sappiamo quale professionalità potrebbero mettere in campo, in caso di situazioni di potenziale pericolo all’interno degli impianti. Del resto - prosegue il pentastellato - il DPR n. 1363/1959, ovvero il Regolamento Dighe tuttora vigente, stabilisce che queste siano costantemente presidiate con personale adatto che risieda nelle immediate vicinanze in apposita casa di guardia. Successivamente - ricorda - la Circolare n. 352/1987 dell’allora Ministero dei Lavori pubblici ha introdotto il cosiddetto foglio condizioni, disponendo che in esso vi fossero esplicitate le modalità della guardiania che dovrà essere svolta da personale adeguatamente qualificato ed affidabile. Non a caso - chiosa Sut - l’articolo 6 del FCEM delle dighe di Ampezzo e Somplago prevede che il Gestore provveda alla vigilanza sulle opere ed al controllo del loro stato di manutenzione ed esercizio secondo quanto prescritto dalla vigente normativa, ai fini della tutela dell’incolumità delle popolazioni e dei territori. La stessa incolumità - aggiunge - in virtù della quale dobbiamo continuare a mantenere alta la guardia. Per questo - conclude - ho chiesto ai Ministeri delle Infrastrutture, dello Sviluppo economico e del Lavoro se siano a conoscenza del cambiamento in atto nella sorveglianza notturna delle dighe e quali intendimenti abbiano al riguardo”.

Torna su
UdineToday è in caricamento