Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Honsell: «Dopo le grandi opere, Uti, scuole, ex macello e strade»

Presentato a Palazzo D'Aronco il bilancio di metà mandato. Sotto i riflettori gli interventi istituzionali per i cittadini realizzati negli ultimi due anni e mezzo

Dalle grandi opere in fase di ultimazione ai servizi di qualità che saranno erogati ancora e in ogni ambito ai cittadini di Udine. E' questo, in sintesi, il bilancio di metà mandato della giunta guidata da Furio Honsell, presentato stamattina a Palazzo D'Aronco dallo stesso sindaco e dai suoi assessori.

Con un documento "scientifico" ma chiaro, presentato sotto forma di catalogo, disponibile online e che sarà distribuito nelle circoscrizioni, l'amministrazione comunale fa il punto della situazione sui progetti e le attività realizzati in questi primi due anni e mezzo di mandato. Accanto alle “grandi opere”, come il parcheggio di piazza Primo Maggio, il nuovo stadio e il terminal studenti di via della Faula, figurano altri investimenti non meno importanti: ecco gli interventi nelle scuole (oltre 2,8 milioni di euro) e negli impianti sportivi (3,8 milioni), alle opere di riqualificazione delle strade (15 chilometri di nuove asfaltature e 5 chilometri di marciapiedi, il 7,5% di piste ciclabili in più), agli investimenti in infrastrutture tecnologiche (240 chilometri di fibra ottica, 33 hotspot per il servizio wi-fi gratuito in città). Ma anche le novità legate al commercio cittadino, con il successo di Friuli Doc e il 30% di manifestazioni organizzate in città e il bando Pisus della Regione Fvg con contributi a Pmi del centro città, oltre ai servizi di accoglienza e inclusione, senza dimenticare, infine, che Udine è la quarta città in Italia con il minore Total Tax Rate (l'impatto del carico fiscale).

Nel documento di sintesi sono contenuti poi i progetti e le iniziative relativi a 12 settori di intervento: Amministrazione efficiente, Commercio e turismo, Innovazione e lavoro, Ambiente sostenibilità e mobilità verde, Città sana, del gioco e dello sport, Formazione e giovani, Cultura e pace, Città solidale, Accoglienza e inclusione, Pari opportunità, Riqualificazione urbana, Città sicura.

IL FUTURO? LA SFIDA DELLE UTI

Cosa dobbiamo aspettarci dalla seconda parte della legislatura? Il sindaco Honsell rivela che la sfida sarà quella delle Unioni territoriali intertercomunali, da un punto di vista organizzativo e gestionale. Ma non solo:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Honsell: «Dopo le grandi opere, Uti, scuole, ex macello e strade»

UdineToday è in caricamento