rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Fontanini: lotta all'abusivismo e al crimine. Da ottobre le squadre di sicurezza per sorvegliare Udine

L'annuncio del primo cittadino durante la Festa della Lega: «Lega primo partito della città. Udine si sta rialzando, come promesso nello slogan della mia campagna elettorale»

Il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, ieri sera a Pradamano ha aperto la Festa regionale della Lega che si concluderà domenica 23 settembre con l'arrivo del leader Matteo Salvini e le note di Giuseppe Povia. Durante la prima serata dedicata al Carroccio sono intervenuti anche il governatore Fedriga e il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana. Il primo cittadino, oltre a ribadire lo "strike" segnato nel corso delle ultime elezioni nazionali, regionali, comunali si è complimentato con gli elettori per aver portato la Lega ad essere il primo partito della città: «Udine si sta rialzando - ha concluso nel finale, come avevo promesso nel mio slogan». Questi i principali argomenti trattati durante il suo intervento: 

Vigili nuovamente “Municipalizzati”

«Prima cosa che abbiamo fatto è stata riportare i vigili urbani sotto le dipendenze del sindaco - ha premesso il primo cittadino di Udine-. Il primo atto che abbiamo realizzato è stato smontare l'Uti. Inoltre, stiamo per far partire le squadre della sicurezza sull'esempio di quelle attivate Pordenone. Questo perché purtroppo abbiamo una parte della città che non è serena, dove le persone non sono sicure e hanno paura perchè c'è spaccio di droga. A queste cose dobbiamo agire in maniera determinata con l'aiuto della Polizia di Stato e dei Carabinieri con i quali c'è la massima sinergia e il miglior cordinamento possibile rispetto a quanto avvenuto durante i due precedenti mandati di Honsell. La gente ci chiede attenzione e questa sarà la nostra risposta per risollevare la città di Udine».

Lotta all'abusivismo

«Con l'assessore Ciani - ha poi aggiunto Fontanini -  abbatteremo presto gli edifici abusivi presenti in città. Il primo bando è purtroppo andato deserto perché abbiamo imprenditori che probabilmente hanno paura. Se non dovessimo riuscire a trovare qualcuno che partecipi alla gara, chiederemo aiuto al genio militare. Questo per dirvi che siamo determinati e che noi vogliamo riportare la legalità. Prima i nostri cittadini e il rispetto delle regole».

Migranti

«Udine è una città diventata un luogo dove si viene accolti facilmente -ha proseguito Fontanini-. Purtroppo la rotta balcanica ha ripreso vigore. Alla Cavarzerani ci sono quasi 600 richiedenti asilo, ai quali si aggiungono i circa 300 in giro per la città. Ma ho chiuso l'esperienza fallimentare del progetto Aura che ospitava con i soldi dei cittadini i migranti negli appartamenti della città. Nei condomini dove sono ospitati si sono verificati numerosi problemi con il vicinato. Spesso in queste case si trovano non 4 persone, come previsto da contratto, ma 10-15. Chi viene qui è ben accetto, ma deve rispettare le regole che ci siamo dati».

Festa della Lega a Pradamano con Fedriga, Salvini, Fontana, Allam e la musica di Povia

Festa della Lega a Pradamano, 21 settembre 2018-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontanini: lotta all'abusivismo e al crimine. Da ottobre le squadre di sicurezza per sorvegliare Udine

UdineToday è in caricamento