Le candidate udinesi per "Potere al popolo" sottoscrivono il manifesto della Coldiretti

Margherita Filippozzi, Anna Manfredi e Concetta Panarello hanno firmato il manifesto politico che la Coldiretti ha proposto ai candidati dei partiti e dei movimenti politici impegnati nella competizione elettorale

Le candidate per Potere al Popolo Margherita Filippozzi, Anna Manfredi e Concetta Panarello hanno sottoscritto il manifesto politico che la Coldiretti ha proposto ai candidati dei partiti e dei movimenti politici impegnati nella competizione elettorale.

«Sottoscrivo il manifesto politico della Coldiretti – dichiara Concetta Panarello - perché Potere al Popolo ha a cuore la tutela dell’ambiente e la biodiversità, l’agricoltura sostenibile e la sovranità alimentare del Paese, la salute dei consumatori e la tutela dei lavoratori del sistema agroalimentare. Mi oppongo invece alle politiche liberiste e agli accordi commerciali iniqui, come CETA, Giappone, Mercosur ecc., che favoriscono solo la grande industria multinazionale e non la piccola azienda contadina».

«Il libero mercato fallisce nella tutela di beni comuni come biodiversità, salubrità del cibo o filiere agroalimentari trasparenti. Apprezzo dunque le 5 proposte della Coldiretti – afferma Antonio Sortino, attivista udinese di Potere al Popolo – che mirano almeno a correggere il mercato agroalimentare e a proteggere l’agricoltura di valore e la salute dei cittadini tramite l’imposizione dell’etichettatura d’origine sui prodotti alimentari, il controllo delle filiere delle materie prime importate, la proposta di una legge più repressiva sui reati alimentari, anche per smascherare politiche di dumping ambientale».

«È noto che il settore agricolo in Italia e negli altri Paesi sviluppati - dichiara la candidata Anna Manfredi - ha un peso minore, in termini di occupati e di valore prodotto, rispetto ai settori secondario e terziario; nonostante ciò, l'agricoltura ha una funzione basilare per ogni Paese. È banale dirlo, ma l'agricoltura ci dà da mangiare e soddisfa in generale i nostri bisogni primari. Per questo motivo, Potere al Popolo mira ad instaurare la sovranità alimentare nel Paese, e il documento politico della Coldiretti è un primo passo per raggiungere questo obiettivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, ecco quali sono i locali in gara

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Guida Michelin, il Friuli Venezia Giulia si conferma con 10 stelle

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento