menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa Democratica all'Università di Udine: la polemica

Palazzo Garzolini - Di Toppo Wassermann - sede della Scuola Superiore dell'ateneo - ospita nel fine settimana la tavola rotonda nazionale del Pd dedicata agli studi universitari. Le opposizioni non ci stanno

Che si tratti di «una grande tavola rotonda che si inserisce nell'ambito della Festa del Pd Nazionale dedicata all'Università», come era stato annunciato alla presentazione non basta per legittimare l'occupazione degli spazi dell'ateneo da parte del Partito Democratico. Almeno secondo quanto riferiscono gli schieramenti avversi, che non hanno mancato di dire la loro sulla vienda. 

LUCA CIRIANI (FDI).  «Il comportamento inaccettabile del Rettore dell’Università di Udine che ha invitato gli studenti ad un convegno del Pd nelle stesse sale dell’Ateneo merita chiarimenti ufficiali e formali da parte dello stesso Esecutivo regionale, che non può far finta di nulla di fronte a questa vicenda che ha dell’incredibile. Tutto ciò è sconcertante. Il Rettore De Toni non solo ha violato il regolamento ispirato al buon senso che vieta di confondere politica/partiti e università, ma ha dimostrato l’antica e irrinunciabile vocazione della classe intellettuale e accademica italiana non alla indipendenza e libertà, ma alla piaggeria e al conformismo di sinistra. La presidente Fvg e l’assessore competente chiariscano il perché di tutto ciò. Una delegazione di Fratelli d’Italia sarà presente venerdì pomeriggio a partire dalle 14.30 al presidio di protesta organizzato da vari movimenti politici e studenteschi di fronte all’Università dove si svolgerà il convegno».

MARIO PITTONI (LEGA NORD).  «Un'operazione di partito mascherata da atto istituzionale. A questo si è prestato il Rettore dell'Università di Udine, decidendo di ospitare un convegno del Partito Democratico, sulla formazione e le risorse umane, all'interno degli spazi dell'Università e di promuoverlo direttamente anche con espliciti inviti e con email indirizzate a tutto il personale. In 40 anni di vita dell'Ateneo friulana nessun rettore aveva mai osato esercitare un simile collateralismo tra Università e partiti politici». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento