Approvate le linee programmatiche della giunta Fedriga

Accolte nel tardo pomeriggio con 29 voti favorevoli, 17 contrari e 1 astenuto

Scintille in consiglio regionale quest’oggi in occasione dell’approvazione delle linee programmatiche della giunta Fedriga accolte nel tardo pomeriggio con 29 voti favorevoli, 17 contrari e 1 astenuto.

Il ricordo

La seduta si è aperta con il ricordo di Mario Toros, ex ministro del lavoro scomparso domenica all'età di 95 anni. 

Il confronto

Nel resto della giornata si sono vissute le frizioni e i dibattiti accessi, soprattutto tra i consiglieri uscenti e quelli appena eletti. Non sono mancate delle stoccate da parte di Shaurli, ma anche di Marsilio che ha attaccato sul fronte Montagna, di Moretti, più volte ripreso da Riccardi in fatto di sanità e infrastrutture, sino a quelli di Basso che ha scatenato le ire di Bolzonello sulle scuole del pordenonese. MariaGrazia Santoro, invece, ha attaccato Fedriga sostenendo la sua ambiguità sul tema dell'alta velocità ferroviaria.
Annunciando di cercare un confronto e di voler dar vita a un'opposizione costruttiva che poggi su contenuti e proposte, Bolzonello del Pd ha respinto al mittente le critiche rivolte alla precedente amministrazione non contestando il risultato elettorale, ma sottolineando il fatto che la passata giunta non ha lasciato dietro di sé solomacerie. Sul versante opposto Andrea Ussai del M5S ha affermato che è necessaria una discontinuità dopo cinque anni di riforme frettolose calate dall'alto, dalla sanità agli enti locali trovando dei punti in comune con i rappresentanti del carroccio, in primis la necessità di rivedere il programma sanitario, di modificare le Uti.
Per Pier Mauro Zanin di Forza Italia, invece, il programma nasce dalla pluralità di progetti e può essere migliorato e integrato, auspicando una posizione "aggressiva" del presidente Fedriga verso lo Stato per tutelare la specialità. Mauro Bordin, infine, capogruppo della Lega, ha espresso piena condivisione al programma sia di merito che di metodo, con l'auspicio che nel settore delle infrastrutture vengano realizzati collegamenti più efficienti tra centro e periferie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento