Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Fedriga: "Conte persona buona. Fossi rimasto a Roma sarei Ministro del Lavoro"

L'intervista al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia andata in onda ieri sera su Telefriuli: l'analisi del suo cv, la nascita della sua candidatura e il suo rapporto con il vice Riccardo Riccardi

 

L'auspicio della rapida formazione del Governo con il quale affrontare al più presto temi rilevanti per il Friuli Venezia Giulia, come quello delle compartecipazioni. Si è aperta con questo argomento l'intervista rilasciata dal
governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, nel corso della trasmissione Elettroshock, condotta da Alessandra Salvatori e Daniele Micheluz, andata in onda in diretta su Telefriuli.

" Fossi rimasto a Roma ora sarei probabilmente Ministro del Lavoro - ha esordito Fedriga - . Ma sono orgoglioso di aver scelto la mia terra. Penso sia un valore aggiunto poter essere presidente del Friuli Venezia Giulia rispetto a fare il ministro. Per un leghista -  - ha aggiunto- rappresentare la propria gente è superiore a qualsiasi carica nazionale". Sul premier incaricato e le polemiche che hanno preceduto l'incontro con il Presidente Mattarella, il governatore ha sottolineato come contro l'avvocato ci sia stato un  "accanimento feroce". "Per quello che abbiamo visto - ha precisato - le accuse mi sembrano pretestuose per mettere i bastoni tra le ruote ad un governo nascente. Di negativo non mi sembra abbiano trovato nulla. Mi sembra una buona persona".

Giunta Fvg: "Stop penalizzazioni a Comuni fuori da Uti"

In merito alla sanità, il governatore ha confermato la volontà di avviare in tempi rapidi una nuova riforma del comparto, mentre riguardo i cantieri per la realizzazione della terza corsia sulla A4, Fedriga ha annunciato la riunione dei prossimi giorni di un tavolo tecnico straordinario per definire provvedimenti urgenti a tutela dell'incolumità di chi viaggia e dell'economia della regione penalizzate dai continui rallentamenti alla circolazione. Tra gli altri temi affrontati quello della revisione della riforma delle Unioni territoriali intercomunali. A questo proposito, Fedriga ha assicurato che tra le priorità della Giunta c'è un provvedimento che sospenderà le penalizzazioni nei confronti delle amministrazioni comunali che non hanno aderito alle Uti. Quanto al nuovo contratto del personale non dirigente del Comparto unico, oggetto di alcuni rilievi da parte della Corte dei Conti, Fedriga ha garantito un intervento rapido in materia e di essere moderatamente ottimista sulla soluzione in tempi brevi del problema. Inoltre, riguardo la carenza di personale nei Comuni il governatore ha ribadito la necessità di sbloccare il turnover, anche attraverso un'accelerazione della riforma degli
enti locali.

L'intervista completa

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento