menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Pirone

Federico Pirone

Pirone: «Udine piccolissima nelle ambizioni, povera e in difficoltà»

Il capogruppo di Progetto innovare commenta le dichiarazioni di fine anno del sindaco Fontanini

«Questo anno e mezzo di amministrazione Fontanini verrà ricordato come il periodo della cessione della Fiera, del Ditedi, l'assorbimento di Friuli Innovazione nell'Area Science Park di Trieste, la nascita di Confindustria Alto Adriatico con l'esclusione di Udine, lo schiaffo della Regione all'Università di Udine, l'assenza di un piano di recupero per il consistente patrimonio dismesso, lo zero delle politiche di sostenibilità». La sintesi è di Federico Pirone, capogruppo in consiglio comunale di Progetto innovare.

Comune, la conferenza stampa di fine anno

«La Udine di Fontanini e della sua giunta è piccolissima nelle ambizioni e anziché ispirarsi alle migliori città europee copia le idee dal resto dei comuni del Friuli» rincara la dose Pirone. «Fontanini dallo sbandierare il “fasin di bessoi” è diventato il migliore alleato di chi vuole questa città e questo territorio sotto i tacchi – incalza il politico – : la cura dimagrante pensata per Udine e il Friuli dal punto di vista economico, sociale e politico significa una città più povera e più in difficoltà». «Ma ciò che preoccupa  – chiude Pirone – è la mancanza di un pensiero e di un'idea rigenerante: la “questione di un impoverimento del Friuli” è evidente e gigantesca, ma il sindaco e i suoi assessori sono in grado solo di esultare perché l'organico della polizia locale è di poco aumentato».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento