Ballottaggio, siglata l'intesa tra Salmè e Fontanini

Centro storico di nuovo riaperto alle auto e diminuzione dei richiedenti asilo alle basi dell'accordo

«Uniti per il cambiamento». È così che Stefano Salmè commenta l’accordo raggiunto con Pietro Fontanini per il ballottaggio del 13 maggio. Ieri sera, in un incontro tra il candidato di centro destra e l’assemblea dei candidati della coalizione civica composta da Io Amo Udine e Lista Salmè sindaco-Udine agli Udinesi  è stata trovata una forte intesa programmatica. I punti cardine:

Riapertura sperimentale al traffico delle auto nel centro storico, per far ripartire le piccole imprese commerciali ed artigianali presenti nelle vie interessate;

Ripristino del controllo sulla polizia locale (oggi in capo alla UTI) per poter garantire una maggiore presenza sul territorio ed un più rigoroso controllo sulle residenze;

Diminuzione progressiva dei richiedenti asilo sul territorio udinese, fino ad arrivare al limite stabilito dall’intesa tra Ministero degli Interni ed enti locali (2,5 richiedenti ogni mille abitanti);

Riorientamento delle politiche sociali del comune, dal “business dell’immigrazione” al sostegno della natalità, dell’assistenza domiciliare, della disabilità.

Martines e Fontanini: la nostra intervista doppia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

Torna su
UdineToday è in caricamento