Ballottaggio, siglata l'intesa tra Salmè e Fontanini

Centro storico di nuovo riaperto alle auto e diminuzione dei richiedenti asilo alle basi dell'accordo

«Uniti per il cambiamento». È così che Stefano Salmè commenta l’accordo raggiunto con Pietro Fontanini per il ballottaggio del 13 maggio. Ieri sera, in un incontro tra il candidato di centro destra e l’assemblea dei candidati della coalizione civica composta da Io Amo Udine e Lista Salmè sindaco-Udine agli Udinesi  è stata trovata una forte intesa programmatica. I punti cardine:

Riapertura sperimentale al traffico delle auto nel centro storico, per far ripartire le piccole imprese commerciali ed artigianali presenti nelle vie interessate;

Ripristino del controllo sulla polizia locale (oggi in capo alla UTI) per poter garantire una maggiore presenza sul territorio ed un più rigoroso controllo sulle residenze;

Diminuzione progressiva dei richiedenti asilo sul territorio udinese, fino ad arrivare al limite stabilito dall’intesa tra Ministero degli Interni ed enti locali (2,5 richiedenti ogni mille abitanti);

Riorientamento delle politiche sociali del comune, dal “business dell’immigrazione” al sostegno della natalità, dell’assistenza domiciliare, della disabilità.

Martines e Fontanini: la nostra intervista doppia

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento