Lunedì, 14 Giugno 2021
Elezioni

Comunali udinesi: Travain incontra Valcic

Convergenze tra il nuovo partito euroregionalista friulano derivato dal Fogolâr Civic e il candidato sindaco “cecottiano”. Gli “euroaquileiesi” restano fedeli, però, salvo motivata rottura, al loro primo interlocutore Martines: “sulle porte del municipio c'è scritto 'fides aquileiensis'. Non saremo noi a tradire la fiducia!”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Cordiale incontro a Udine tra il coordinatore del nuovo partito euroregionalista friulano “Europa Aquileiensis”, prof. Alberto Travain, e il candidato sindaco di “Cantiere per Udine”, il giornalista Andrea Valcic, aderente al “Patto per l'Autonomia”. L'incontro, avvenuto venerdì 23 febbraio 2018, al bar Delser di Udine, era stato proposto dal candidato primo cittadino per sondare i punti di condivisione possibili tra le due formazioni. E sui tre punti cardine di “Europa Aquileiensis” ovvero coesione, partecipazione e centralità mitteleuropea della comunità udinese nel segno storico di Aquileia, Valcic si è pienamente dichiarato d'accordo. Non s'è potuto, però, andare oltre, essendo, con il neonato partito “euroaquileiese”, al momento in corso una trattativa avviata precedentemente dal candidato sindaco dott. Vincenzo Martines, primo, nel mondo politico locale, ad aver positivamente risposto al manifesto-appello “Per una Udine 'nuova Aquileia' / Par un Udin 'Aquilee gnove'”, lanciato lo scorso 4 novembre dal Fogolâr Civic a mezzo stampa ed indirizzato “alla società civile, culturale, economica e politica udinese nonché alla più ampia condivisione territoriale e transfrontaliera”. “Sulle porte del municipio – ha detto Travain – c'è scritto 'fides aquileiensis', richiamo alla tenacia e alla fedeltà dei padri in cui riconosciamo l'identità che vorremmo promuovere. Pur ritrovando negli orizzonti proposti da Valcic significativi punti in comune, non possiamo, salvo motivata rottura, disconoscere precedenza all'attenzione dimostrata da Martines, al quale al momento legittimamente, ma a lui solamente, non alle forze che lo sostengono, dobbiamo lealtà, senza per questo escludere possibili ampie sinergie future con tutte le forze che in ogni schieramento dovessero condividere i tratti fondanti del nostro programma!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali udinesi: Travain incontra Valcic

UdineToday è in caricamento